Quirinale, comunque vada sarà un successo

image

Alcune cose che penso del Quirinale, della Gabanelli, di Rodotà e del resto.

Della Gabanelli penso che sia una delle migliori giornaliste italiane, al netto di alcuni scivoloni un po’ complottisti in alcune puntate di Report; e penso che ovviamente questo non basti per fare il presidente della Repubblica. Penso però che ci sia da capire una fase, una fase nuova di questo paese, la fase della ggente, di quelli che si sono rotti e che preferiscono un volto pulito di cui conoscono poco o nulla ad un volto che conoscono molto bene e che pulito non sembra più. Così, chi fa semplicemente bene il suo lavoro, come la Gabanelli, diventa la bandiera di un paese nuovo. E questo è molto triste, o molto bello, fate voi.

Penso che Bersani da qualche giorno stia abbastanza nel pallone, ma questo è evidente. E intorno a lui volteggiano gli avvoltoi del dialogo con Berlusconi, che sparano affermazioni degne di un Capezzone – “dobbiamo dialogare con il Cavaliere, gli italiani lo votano”, mentre il Pd arriva sempre impreparato al confronto con il Movimento 5 stelle che fa prima di lui a dire qualsiasi cosa , giusta o folle che sia, e che così detta l’agenda alla sinistra e al paese…persino dal cesso del camper, come oggi con il video di Grillo.

Penso che ora il Partito Democratico abbia l’occasione di rimettersi in carreggiata, proponendo un nome forte come Emma Bonino o Stefano Rodotà su cui far convergere i voti del Movimento, il quale si è peraltro già detto disponibile: ma anche questo si è già sentito. Quel che penso inoltre, invece, è che se salterà fuori la convergenza con il PdL sul nome di Giuliano Amato, come pare, andrà bene lo stesso, perchè potremo presto celebrare il funerale del Partito Democratico morto suicida: ci sarà, finalmente, chiarezza per tutti noi e il liberi tutti alle prossime elezioni (anche perchè, a quanto leggo, anche la pattuglia Renzi sarebbe pronta a votarlo: vedremo).

Intendiamoci: Amato è uno dei più raffinati giuristi su piazza e sarebbe un presidente più che degno. Ma la ggente, quella di prima, lo ricorda principalmente per il prelievo forzoso notturno sui conti correnti – una cosa che tutti, ma tutti proprio, ricordano molto bene – e in futuro Grillo e i suoi faranno in modo di presentarlo al paese come il frutto supremo dell’inciucio con la destra. E come dargli torto? Giù articolesse a diluvio di Travaglio sul passato con Craxi, sui super stipendi, sulla pensione, sui ruoli a lui dati nel governo Monti.

Insomma, sarebbe una carneficina. Ecco perchè dico: comunque vada sarà un successo. Avremo presto un grande presidente della Repubblica e un governo Pd – Movimento 5 Stelle, o Amato al Quirinale la morte elttorale del Pd. So che profetizzare la morte dei democratici è un po’ uno sport nazionale: per carità, pronto ad essere smentito; ma se continua così, la vedo proprio dura.

0 Responses to “Quirinale, comunque vada sarà un successo”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: