“Monti ha fatto più decreti di Berlusconi”: davvero?

berlusconi

No. I tecnici hanno fatto male, Silvio anche peggio. Come quella volta, con Eluana Englaro. 

Incredibile negli studi di La7, amiche e amici: un attempato leader politico tornato sulla scena ha potuto, senza alcun contraddittorio da parte di una delle più blasonate giornaliste italiane, sparare uno sfondone niente male su una delle materie più delicate della nostra Costituzione, su quella che ormai è una imperante malapratica, da parte di tutti i governi italiani almeno da trent’anni (considerate, c’è sui manuali di diritto pubblico).

“Il governo di Mario Monti”, ha detto Silvio Berlusconi, “ha potuto abusare della decretazione d’urgenza perché si era in una situazione eccezionale”; “un governo normale”, ha proseguito il Cavaliere, “deve invece utilizzare il disegno di legge”. Silvio Berlusconi è davvero tornato se, con la consueta scioltezza, rimette in campo una delle sue più note armi, ovvero la bugia parziale, anche detta “sfondone con pezze d’appoggio”. Perché partendo da una mezza verità, il nostro Silvio ha raccontato agli italiani una bella bugia. Davvero? No. Attenzione, factchecking in arrivo, spostatevi.

Il concetto detto stasera Silvio l’aveva già espresso tempo fa.

Ho invidiato Mario Monti perche’ ha potuto usare i decreti legge per tutto, in qualunque direzione e per qualunque materia”.  Lo afferma Silvio Berlusconi, aggiungendo che la sua invidia nei confronti dell’attuale governo e’ legata anche al fatto che “mandava un provvedimento in Parlamento e il 90% dei deputati lo approvava immediatamente”.

Le percentuali, a prima vista, gli danno ragione.

E’ un fatto che in questa legislatura l’esecutivo dei tecnici ha battuto quello politico del Cavaliere, con un ‘bottino’ di 29 decreti legge in soli otto mesi (come si ricava dal sito del governo), pari ad una media di 3,6 provvedimenti al mese, quasi il doppio rispetto alla media mensile (1,9) per il Berlusconi quater (maggio 2008-novembre 2011), che in 42 mesi di vita ha ‘prodotto’ 80 decreti legge.

Giorgio Napolitano, con alcuni commenti forse da rivedere e meglio spiegare, ha chiarito che questo è comprensibile perché il governo Monti si trova ad operare in una situazione di effettiva urgenza. Criticabile, ma almeno è argomentato. Quel che Berlusconi non dice, basta leggerlo poco sotto nella stessa agenzia di stampa.

Il confronto si limita alla legislatura in corso, mentre nel passato lo stesso Berlusconi ha fatto ricorso in modo ben piu’ massiccio alla decretazione d’urgenza. Nella XIV legislatura, infatti, il secondo e terzo governo Berlusconi hanno registrato una media superiore a quella del governo dei tecnici: 217 decreti, ossia 3,6 al mese, ma in un arco temporale di ben 60 mesi (…). Se invece il confronto si limita ai primi dodici mesi di attivita’ dell’esecutivo, traguardo che Monti non ha ancora raggiunto, i dati vedono in cima alla graduatoria Berlusconi con 54 decreti nella XIV legislatura e 35 in quella in corso, seguito da Prodi con 26 decreti dal 17 maggio 2006 al 16 maggio 2007.

La verità è che da quando mi ricordo, l’Italia viene governata per decreto – e, come dicevo, sugli esami all’università si studia che questo è malcostume. E la verità è che Berlusconi ha governato per decreto come e più degli altri. Ci sarebbero moltissimi esempi (pacchetti sicurezza, decreti sviluppo, leggi elettorali persino) ma me ne piace ricordare uno in particolare: il decreto urgente con cui il governo di Silvio Berlusconi ha tentato di sovvertire le sentenze di tutti i tribunali europei per impedire che si staccasse la spina ad Eluana Englaro, quella che “poteva ancora generare figli”.

eluana governo

L’abuso della decretazione di urgenza è un male della democrazia. Probabilmente, però, il nostro sistema parlamentare è troppo lento ed inefficiente, e così senza decreto governare è davvero difficile. Fossi in Bersani, inizierei a scrivere nel programma che un aggiustamento costituzionale è necessario. Ma andare in giro a dire che di decreti ne hanno fatti più gli altri, è falso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

gennaio: 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: