Veneziani e le donne che pensano con l’utero

[per Giornalettismo]

L’editorialista del Giornale racconta di una presunta aggressione subita da una “rappresentante” del Popolo Viola. Prima gli spiega che le sue opinioni derivano dalla sua cultura, e non da chi lo paga. E poi conclude così: “Deponga le armi, signora Violetta, e riprenda a pensare: col cervello, non con la bile, l’utero o i piedi”.

Marcello Veneziani è, pare, rimasto traumatizzato da un incontro che ha fatto in quel della stazione Termini, a seguito della manifestazione di Piazza del Popolo, e ha sentito il bisogno di scriverlo sul Giornale. Una donna con in mano la Repubblica e il Fatto, al collo una sciarpa viola, lo avrebbe aggredito verbalmente dandogli del giornalista venduto e al soldo di Berlusconi: quasi certamente, per Veneziani, si tratta dunque di un’insegnante (chi altri?, verrebbe da dire: Lombroso ha fatto scuola per qualcuno).

L’ERBA DEL FASCIO – Il fatto che una persona maleducata lo abbia trattato a male parole induce ilVeneziani a fare di tutt’erba un fascio (nonostante egli dica che non è sua abitudine; ma, nei fatti, è ciò che fa): “avete così”, dice, “ adottato lo stile cafonal chic, o meglio radical cafonal. Dello spirito chic vi è rimasta la puzza sotto il naso, ma ora si è estesa a tutto il corpo, per via dei modi rustici e del linguaggio triviale”: alla seconda persona plurale. Chi è questo “voi” a cui Veneziani si riferisce? Siamo autorizzati a pensare che Veneziani ritenga tutte le persone che non la pensano come lui assimilabili ad una signora burbera e maldicente?

MEMORIA SELETTIVA – Ancor meno credibile appare l’argomentazione secondo la quale egli sarebbe in grado di scrivere solo su”Il Giornale”, perché gli altri quotidiani, per pregiudizio politico, non fanno che ostracizzarlo: è curioso, visto che sono facilmente reperibili informazioni che dimostrano comeVeneziani abbia collaborato un po’ con tutti (Repubblica, La Stampa, L’Espresso…). D’altronde ha una grande testa, ed è giusto così. Più strano è che non se lo ricordi nel momento in cui deve inventarsi un presunto Apartheid nei suoi confronti, con un vittimismo forse inopportuno.

LA CLASSE NON E’ ACQUA – Signor Veneziani, mi sento di dirle che lei ha avuto la disavventura di imbattersi in una persona un po’ scostumata: capita. Il mondo ne è pieno. Mi piacerebbe che riflettessimo, però, sul fatto che questa maleducazione, questa tensione isterica, può essere presentata come uno dei tanti prodotti del modo di vivere, governare, presentarsi di quel Silvio Berlusconi che lei preferisce “alla bassa marea dei suoi alleati e avversari”; potremmo dunque ragionare su come la presenza di una personalità di questo tipo possa condure le persone alla nevrosi, all’isteria e provocare reazioni scomposte. La gente non è pazza, non tutta e non sempre: non può essere, invece, che effettivamente qualcosa non vada, che la misura, già colma da un pezzo, stia iniziando a debordare?

PENSARE CON L’UTERO?! – In ogni caso poi, non è utile e non è giusto mettersi al livello dei maleducati, se è maleducata la persona che lei ha incontrato: e la sua chiosa, (“riprenda a pensare: col cervello, non con la bile, l’utero o i piedi”) è ampiamente fraintendibile come espressione davvero poco felice. Sembra una caduta di stile davvero non da lei, che, personalmente, di altra idea politica come sono, ho sempre apprezzato come persona intelligente.

3 Responses to “Veneziani e le donne che pensano con l’utero”


  1. 1 kususe 16 marzo 2010 alle 2:15 pm

    Siamo alle solite. La generalizzazione di un comportamento che viene additato e considerato comune a/per una certa categoria di gente, è l’espressione del berlusconismo più bieco.
    Il fatto di voler considerare la discutibile caratteristica “morale” di uno come rappresentazione del carattere di tanti è la l’arma preferita dai berlusconiani, da coloro che quando non riescono ad attaccare il ragionamento, attaccano il ragionatore.
    Una storia che si ripete ogni giorno nei quotidiani-tifoserie berlusconiane. Spiace dirlo, ma ormai non c’è più da meravigliarsi.

  2. 2 isaroseisarose 17 marzo 2010 alle 11:25 pm

    Ma cosa c’entra l’utero? Così, misoginia da passeggio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: