Recensione partecipata di un capolavoro personale

Cyrano de Bergerac ha la piacevole caratteristica di essere allo stesso tempo una delle mie storie, rappresentazioni e canzoni preferite.

E’ un opera superba, nel senso che parla di superbia, si svolge grazie alla superbia, per due ore e mezzo in cui qualsiasi altro personaggio è un ombra che ruota intorno al continuo monologo di un pazzo superbo che muore inascoltato. Io non sono un attore: se lo fossi, farei solo Cyrano.

Ogni tanto dico in giro che somiglio a Cyrano, ma non è vero: lui vive tutta la vita dietro a un naso ed è perfino capace di morire, di naso. Di sacrificare tutta la sua felicità per non solo quella della sua amata, ma soprattutto perchè aveva intuito che tutto ciò poteva diventare una magistrale interpretazione. Davvero, è metateatro inconscio del protagonista.

Chi riuscirebbe ad essere allo stesso tempo talmente superbo e talmente altruista da giudicare accettabile il parlare ad un oca giuliva come Rossana, che non se l’è mai filato preferendo il bellone di turno (banale – dunque imperdonabile), attraverso esagerate lettere, continue e senza speranza? E, badare, non solo per farla stare bene, no, quello conta meno: prima e soprattutto perchè, anche se sei brutto e col nasone e la gente ti piglia per il culo, sai di essere troooppo bravo a fare cose inutilmente eccessive mentre “voi, cari signori, voi…. voi suonate male.” E, frustrato, li manda fuori di scena a calci: momenti altissimi.

E poi, tutto scritto in rima, parole non richieste ovunque: magnificamente barocco, assolutamente ridondante.

Cyrano vive superbo e muore esagerato. Cyrano non lo vuole nessuno e lui li prende tutti a sberle. Ogni volta che lo rivedo vale sempre di più la pena. E la penna, ça va sans dire.

2 Responses to “Recensione partecipata di un capolavoro personale”


  1. 1 juhan 18 ottobre 2009 alle 9:09 am

    Mi stupisci, non conoscevo questo tuo lato. Una domanda: ti piace il Don Giovanni di Da Ponte/Mozart?

  2. 2 Tc 19 ottobre 2009 alle 11:58 am

    dovrò ammettere che non ho avuto ancora il piacere di vederlo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: