Addirittura

Scudo: Pd, “Severe sanzioni per assenti ingiustificati anche se non determinanti”
Nota della Presidenza del Gruppo PD della Camera in relazione al voto finale sul decreto contenente lo scudo fiscale

Capperi, che cattivissimi.
Io qui me la rischio, e sono pronto a ricevere smentite e correzioni: ma sono abbastanza sicuro che nessuno possa sanzionare un parlamentare per una sua eventuale assenza.

Sanzioni? Di che tipo? Pecuniarie – cioè una multa? Emessa da chi? Su quali basi? Di che entità, pagata a chi? Riscossa da chi? A chi compete l’accertamento? E se non pago? Dove sta scritto? Ovviamente, da nessuna parte, penso io.

Sanzioni di altro tipo? Di che tipo!?! Provvedimenti “politici” – alla“devolveranno il gettone di presenza al Partito“?
Saranno chiusi per cinque giorni in una stanza sigillata con tutti i video di Daniele Capezzone trasmessi h24?

Nah. Questa è fuffa morbida, vaporosa e inconsistente per mascherare (malamente) una notevole figura di merda. Questa legge scandalosa si poteva mandare giù, ma la gente aveva di meglio da fare. Come quelli che erano a Madrid “per il PD”, invece di stare in Parlamento per l’Italia (questa è qualunquista, ma ci stava bene).

L’unica sanzione seria e vera ipotizzabile sarebbe l’eventuale espulsione dal gruppo parlamentare. Si può fare. Probabilmente sarebbe eccessivo, ma tanto non è questo che succederà.

5 Responses to “Addirittura”


  1. 1 sam 3 ottobre 2009 alle 8:53 am

    Ho inviato una mail ai deputati. Mi hanno personalmente risposto Capodicasa e Esposito. E anche la segreteria della Melandri, che mi dice quanto tu riporti. Mi segnalano anche che il voto doveva essere per il giorno prima (sic.)e che era in missione per conto del partito (sic.).
    Sinceramente ho risposto loro che non la ritenevo una giustificazione valida.
    Io avrei mandato al convegno sul socialismo, Rutelli, che oltre ad essere un senatore e non un deputato, trovo abbia molto tempo libero in questo periodo.

  2. 2 Pernacchia 4 ottobre 2009 alle 12:40 pm

    visto che me ne occupo per vie traverse, ti posso dire che secondo l’interpretazione più accreditata (Crisafulli, Azzariti, Ferrara, ecc) si puà intervenire sul deputato -senatore. Il divieto di mandato imperativo (art.67 Cost.)è previsto a tutela dagli altri poteri dello Stato (costituzionali) i parti sono poteri ma non costituzionali.
    Esempio: a) i cittadini eleggono Caio perchè egli promette X. Caio entrato in parlamento fa Y. I cittadini lo denunciano (per qualsiasi questione).
    b) Sempre Caio, vota per una norma, sostenedo cose ingiuriose.

    In tutti questi casi si tutela il deputato dalla Magistratura, non si può intervenire nei suoi confronti.
    Altro discorso in politica.

    se invece, in quanto aderente ad un partito, come privato, questo comporta soggiacere a delle regole che possono essere innescate di riflesso al comportamento parlamentare, questi non è attaccato da nessun altro potere costituzionale per ciò
    il partito può procedere. Espulsione, decuratzione dello stipendio per la quota che ha deciso di dare al partito, declassamento dalla carica, ecc.
    Questa è stanta politica.
    il punto è: il Pd prevede cose del genere?
    La disciplina è prima di tutto politica e poi personale, nel rispetto delle idee altrui ( o interessi altrui).

  3. 3 Tc 5 ottobre 2009 alle 7:52 am

    se esiste un regolamento dei gruppi parlamentari, non riesco a trovarlo.

  4. 4 Fabiano 5 ottobre 2009 alle 11:49 am

    Il partito può multare il deputato, non mi chiedete ov’è la regola perchè non lo so, ma c’è.Volendo, visto che l’eventuale bocciatura dello scudo avrebbe provocato una crisi di governo(almeno credo, c’era la fiducia no?)si potrebbe addirittura espellere dal partito…
    Cmq, per quello che conta, la convenzione romana ha votato a larga maggioranza l’ESCLUSIONE DALLE PRIMARIE(che sono quelle che contano, anche per i successivi organi di partito)i deputati che mancavano e “che non hanno una giustificazione incontestabile”…Meglio di niente…
    La notizia è qui: http://santilli.ilcannocchiale.it/post/2348305.html

  5. 5 Gianluca Aiello 5 ottobre 2009 alle 8:56 pm

    Forse basta leggersi Statuto e Codice Etico del Partito Democratico per trovare alcuni spunti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: