Sprofondo Nord / 3

Aleggiava, ma non era ancora mai saltato fuori in questa rubrica; ma c’è sempre una prima volta. Signore e signori, Flavio Tosi, il quinto sindaco più amato d’Italia, primo cittadino del gioiello scaligero. E’ Cecì, come al solito, da Verona.

 

Ogni volta le persone ingenue pensano che non possa essere peggio di così. Invece si, può. 

Soprattutto in estate accade che vengano utilizzati spazi pubblici aperti (quali piazze, slarghi, pubbliche vie di passaggio, corti e/o giardini) in orari tardo-serali e notturni come luogo di ritrovo, dove suonare musica o utilizzare strumenti sonori. In queste occasioni la Polizia municipale riceve segnalazioni e richieste d’intervento da parte dei cittadini, che lamentano un insostenibile disturbo alla quiete pubblica, per l’eccessivo rumore prodotto dagli strumenti suonati e dai canti che accompagnano i suoni. Per questo motivo il sindaco di Verona Flavio Tosi ha emesso una nuova ordinanza, la n. 39 del 7 maggio 2009, con la quale VIETA

l’utilizzo di strumenti musicali o sonori negli spazi pubblici aperti
quali piazze, slarghi, pubbliche vie, corti e/o giardini,
dalle 22.00 fino alle 8.00 del mattino di ogni giorno della settimana,
salvo specifica autorizzazione rilasciata dall’amministrazione comunale;

Ferma restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, sono previste SANZIONI amministrative differenziate in caso di recidiva:

        100,00 euro, alla prima violazione

        250,00 euro, nel caso di seconda violazione

        450,00 euro, a partire dalla terza violazione.

L’ordinanza prevede anche il SEQUESTRO dello strumento, qualora il trasgressore continui a suonare a seguito dell’elevazione della sanzione amministrativa.

Dai siamo seri, si parla di musica. Come si fa a vietare la musica? Quando mai la musica è un problema?

Ma spiego per chi non sa. A Verona dall’inizio dell’estate scorsa circa, è nato spontaneamente un ritrovo di giovani che il Sindaco e la popolazione benpensante connota da sempre come ‘da centro sociale’ ma che invece sono semplicemente ragazzi che trovano che sfruttare finalmente il magnifico centro della città scaligera senza dover per forza entrare nei locali sia un’ottima idea. Per essere onesti, è verità che poi quest’ultimi sono quasi sempre i componenti della sinistra veronese, ma nessuno dei partecipanti ha mai tenuto a specificare questa caratteristica, tanto che ultimamente il ritrovo si era talmente allargato che si fa fatica a credere che ESISTANO così tanti giovani di sinistra a Verona.

Comunque.

Il suddetto luogo di ritrovo è Piazza dei Signori comunemente chiamata piazza Dante, una piccola piazza nel cuore di Verona confinante con piazza Erbe, nella quale da tempo immemore i giovani della Verona bene si ritrovano a far aperitivo, parcheggiano i loro macchinoni in palese divieto di sosta e schiamazzano fino al mattino. In piazza Dante ci si incontra si chiacchera si sorride si suona si balla si canta si gioca si arriva si riparte si ride e ci si sente sicuri. In piazza Dante ci siamo tutti, veronesi e terroni, comunisti e leghisti, alternativi e fighetti,bianchi e neri, italiani e stranieri, cittadini d’europa e extracomunitari, studenti e lavoratori, musicisti e giocolieri, rapper e punkabbestia, turisti di passaggio… E funziona, e ci fa tirare un sospiro di sollievo, e fa molto più bene di ogni divieto per la sicurezza dei cittadini. Piazza Dante è l’unico piccolo strappo nella trama fitta fitta di regole, ordine e forma-prima-di-tutto che è diventata Verona.

Ora, chiunque capirebbe che il nostro amato sindaco Flavio Tosi le cose a caso non le fa mai. E nemmeno in questo caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

maggio: 2009
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: