patrie galere

Non c’è bisogno di dire granchè sui plurimi stupri / violenze / tentati omicidi che si sono accavallati negli ultimi giorni. 

Non trovo motivo di ribadire lo sdegno. Tutto quello che ho da dire in proposito lo dice il codice penale : Violenza Sessuale, reclusione da 5 a 10 anni. Lesione Personale, reclusione da 3 mesi a 3 anni più aggravanti. Tentato omicidio : reclusione pari a un terzo/due terzi della pena per omicidio. Sono reati, c’è già un giudizio di valore in questo paese. Non si devono fare, se non vuoi il pigiama a strisce. Anzi, una cosa la dico : per fortuna che li hanno presi e/o menomale che hanno avuto un moto d’animo e hanno confessato, gli stronzi.

Aggiungo : è poco? Può essere, aumentiamo le pene. Aumentare di un terzo la pena per la violenza sessuale sarebbe cosa che non scontenterebbe nessuno. 

C’è invece da parlare al di là del fatto in se. Tutto è riassunto nella frase agghiacciante che ho sentito dal ragazzino di Nettuno oggi al telegiornale : “Ma questi hanno dato fuoco a un ragazzo!” “Bè ragazzo, era ‘n marocchino, a’a fine.

Io dico che questa sottocultura crea gli stupratori. Dobbiamo solo scandalizzarci dei reati o forse è il caso di renderci conto che viviamo assediati, e che la gran parte dei piske che girano di sera sarebbero potenziali stupratori, se la pensassero come il soggetto intervistato (e uso il condizionale per eufemismo, visto che so dove vivo)?

Sono cose banali e poco originali – ma non trovo nient’altro da dire. 

Le migliaia di gentenormale, che hanno mandato email iniettate di sangue a Rita Bernardini perchè era andata a vedere se i rei confessi rinchiusi a Rebibbia venivano linciati, possono mettersi l’anima in pace. I violentatori riceveranno non più di dieci anni di galera. Se preferiscono le fucilazioni sommarie, si possono accomodare presso i Visigoti, o comunque da qualche parte prima dell’Età Repubblicana Romana. Intanto potrebbero chiedere ai loro figli se almeno sanno dove sono il Marocco o l’India – magari qualcosina di sbagliato coi figli l’hanno fatta.

9 Responses to “patrie galere”


  1. 1 Billy Pilgrim 2 febbraio 2009 alle 11:42 pm

    Concordo terribilmente.
    Con permesso, ti linko il commento di un grande della poesia, della storia del teatro e dell’arte in generale, che invece di rincoglionirsi con gli anni cresce in sapienza.

  2. 2 Billy Pilgrim 2 febbraio 2009 alle 11:43 pm

    Il link è alla parola linko. Pensavo me l’avrebbe segnato in colore diverso.

  3. 3 Tc 2 febbraio 2009 alle 11:50 pm

    ammappa, duro forte. scritto troppo bene perchè non ci sia da rifletterci sopra.

  4. 4 babbizzone 3 febbraio 2009 alle 9:50 am

    manco se i marocchini non fossero umani….., tutti gli uomini sono uguali -pur se diversi per fede, ideologia, cultura e colore della pelle- !!!!! i rigurgiti nazisti vanno combattuti prima che questa nostra democrazia risprofondi nel baratro……., e nella guerra di civilta’ .
    la delinquenza non ha colore politico, e’ delinquenza che deve essere pesantemente punita .

  5. 5 anna 3 febbraio 2009 alle 1:17 pm

    Vergognatevi!!!! Siete peggio di Hitler!

  6. 6 Tc 3 febbraio 2009 alle 2:46 pm

    chi, noi blogger? 😀

  7. 7 Vincenzo 3 febbraio 2009 alle 3:05 pm

    Non ho parole per dirvi quello che veramente sieti voi disformatori, state producendo sia in Italia, che nel mondo tanta violenza. Il ragazzo si è solo espresso male, spero che qualcuno faccia chiarezza. Noi italiani non siamo razzisti, ma cè qualcuno che vuole alimentare questo odio, il Signore ci protegga dalle persone malvagie.

  8. 8 Tc 3 febbraio 2009 alle 3:10 pm

    io dico che quello lo pensava davvero.

  9. 9 cecilia 5 febbraio 2009 alle 1:12 am

    Noi italiani non siamo razzisti non vuol dir molto, se posso. Tralasciando il fatto che se vieni qui a Verona ti è subito chiaro che di italiani razzisti ce n’è, e mica pochi, forse è vero che a volte si tende a prendere un po’ troppo alla lettera ciò che viene detto, giusto per aver modo di dimostrare la propria tesi.
    Ma mi dispiace, in questo caso non ci posso credere che chiunque abbia inteso come ha inteso tommi la frase del ragazzetto abbia preso fischi per fiaschi. ‘é un marocchino alla fine’ non si presta a nessuna doppia interpretazione. ‘alla fine’ dimostra che la persona che ha detto ciò ha bene in testa la distinzione marocchini-gente normale, e quindi qualsiasi cosa, perfino la morte, subita da un marocchino ha una gravità inferiore magari non di molto eh io lo spero ma comunque inferiore a se fosse accaduto a un qualunque altro estraneo con cittadinanza italiana. Ed è questa la cosa sconvolgente. E se mi si permette, dire che si è espresso male è una stronzata, perchè io non ho alcun dubbio che se prima gli si fosse stato detto atteeeento a quello che dici che potresti risultare razzista lui avrebbe parlato diversamente, ma a quel punto cos’è che conta? Quello che ha nel cervello, o quello che dice per far contenti noi o per dimostrare che ‘gli italiani non sono razzisti’, uccidono solo i marocchini, ma ‘sono dei marocchini alla fine’?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

febbraio: 2009
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: