Posts Tagged 'Politica'

Cambiare davvero

Da quando Barack Obama ha conquistato la sua straordinaria seconda vittoria elettorale giorni fa, continuo a scervellarmi tentando di capire cos’è che voglio dire in proposito, perché mi sembrava una cosa importante. Avevo pensato di scrivere un articolo su quanto fosse immensamente un eroe, Obama; su quanto fosse splendido vivere in un mondo in cui è arrivato lui, quell’altra spaccatutto della moglie, in un mondo in cui quei quattro si abbracciano dentro la Casa Bianca.

C’è anche questo, ma poi ho deciso che mi sembrava un po’ banale e inutilmente celebrativo. E allora ho visto sul New York Times i flussi elettorali che hanno portato Obama alla rielezione, e ho capito dov’è stato il vero miracolo; perché il Presidente ha vinto per la seconda volta con un margine più che apprezzabile in un paese in cui, a ben vedere, l’intera base elettorale che lo aveva votato con convinzione nel 2008 gli ha,oggi, parzialmente voltato le spalle. Le frecce che da blu diventano rosse sono più che esplicative della situazione. Eppure Obama ha vinto, e di nuovo. Chi aveva votato a sinistra ha votato a destra, ma non abbastanza. Il partito Repubblicano non è stato abbastanza forte per invertire la rotta. Obama è andato troppo avanti.

Il che vuol dire che Barack Obama nel 2008 ha vinto due volte. Ha raccolto, nel 2008, un paese ridotto in macerie, lo ha sollevato e ha fatto un salto così lungo che quattro anni dopo, anche con un discreto (ma non ottimo) corridore, e nonostante qualche inciampo, non ce la si è fatta a raggiungerlo; e anzi, visti sopratutto i risultati di alcuni referendum fra i più liberal che si fossero mai visti in America, c’è da pensare che alcune conquiste siano ormai da dare per acquisite.

Ho pensato così, che quel che voglio dire è che serve una cosa del genere anche in Italia. Ma no, “l’Obama italiano”; quelle sono cretinate da giornalisti in cerca del titolo. Serve qualcuno in grado di simboleggiare la riscossa forte di un’idea che viaggi sui tempi lunghi; che indichi un nuovo modello di paese, di convivenza civile, di tessuto dei rapporti. Qualcuno che ci dica qualcosa di importante e di coraggioso, talmente folle in apparenza da aver di che dire, dopo, “ci avevano detto che questo giorno non sarebbe mai arrivato”.

C’è il centrosinistra italiano che si prepara a vincere le elezioni. O almeno, è quello che dovrebbe fare. Io, ancora una volta, sono indeciso; perché non vedo quel coraggio di proporre una visione lunga e radicale nemmeno in chi dice di averlo, e di volerla dare. Credo che non basti una riorganizzazione di questo paese, una limatura qui e lì; credo che ci voglia una rivoluzione dei costumi. Un’elaborazione collettiva di un’epoca che ci ha distrutto, che ha traumatizzato i rapporti umani fra le persone, che ha corrotto i cuori dei giovani in un modo che non credevo di poter immaginare – e li vedo, i ragazzi, li vedo; che ci ha insegnato che in fondo in fondo è bello essere cattivi, furbi, egoisti. Serve qualcuno che ci prenda per mano e ci porti a cambiare davvero, perché noi non ne siamo più capaci.

Come l’altra volta, sono indeciso. Nelle prossime settimane, come quando sono stato indeciso alle primarie del Partito Democratico, leggerò i programmi e li commenterò qui, fino a farmi un’idea su chi andare votare. In realtà, un mezzo piano già ce l’ho, ma non so se reggerà alla prova delle idee. Faremo in modo di vedere, insieme, ciò che questa gente ha da dire.

Sperando che basti per cambiare davvero.

Agesci Lombardia

E’ inutile, non potete evitarlo, arrendetevi: Giuliano Pisapia è il secondo candidato sindaco in una grande città italiana, eletto con le primarie, e notoriamente boy scout.

non ce la posso veramente fare


Benissimo, benissimo.

Ho letto questo.

Sappia Morando ( che è quello che fa il piacione in foto ) e chiunque passa o non di qua  che io a favore di questo governo non manifesto. Quindi, se lui, chi per lui, chi verrà fuori poi e si troverà d’accordo con lui, riusciranno ad identificare la manifestazione del 25 ottobre come una manifestazione pro governo Berlusconi, io, molto semplicemente,non ci vado.

Questa storia del dialogo ha da finire. Ora.
Add to OKNOtizie :: add to diggita :: Digg it :: add to ma.gnolia :: Stumble It! :: add to simpy :: seed the vine :: :: :: TailRank :: post to facebook

portate i sali

Ansa 19/05/08 12:03 : ” Il Partito Democratico lancia la sua Scuola estiva di politica. Si terrà – spiega un comunicato del loft – tra l’11 e il 14 settembre tra Cortona la Val di Chiana e il Trasimeno con la partecipazione di dirigenti politici e studiosi italiani e stranieri.
Alla Scuola estiva di politica – il cui programma dettagliato verrà reso noto nelle prossime settimane - si potranno iscrivere aderenti al Pd e cittadini. Le modalità per l’iscrizione saranno diffuse sul sito del Partito Democratico:
http://www.partitodemocratico.it/ “

Tommaso in questo momento non può rispondere perchè è svenuto. Non potrà rispondere manco dopo perchè si andrà ad incatenare al Loft finchè qualcuno non gli dirà che, si, va bene, può andare a Frattocchie 2.

rassegnata resistenza civile

Certo che la differenza si nota davvero tanto con le altre volte. Ovviamente con la scorsa volta, in cui eravamo tutti contenti per aver vinto ma devastati per come avevamo vinto: però era la fine della lotta e ce l’avevamo fatta.

Per non parlare della volta prima, quando prendemmo mazzate : e li si, c’era il grande nemico da battere, e c’erano le leggi ad-personam, e si faceva un gran casino, e tutti avevano qualcosa da dire.

Invece adesso? Adesso Berlusconi ha vinto la sua battaglia ( Berlusconi, Berlusconi, è da quando vivo che gira questo nome, chissà se ce ne libereremo mai – ehi girano anche veltroni e d’alema da quando vivo, e dovrebbero andar via pure loro ), e a noi restano un sacco di cocci. Almeno, una volta potevamo consolarci dicendo ” si vabbè, ma noi siamo meglio”. Ora io faccio fatica a parlare così, perchè ho capito che è questo che ci fa perdere.

Bene, noi non ci stiamo, e abbiamo organizzato anche noi il nostro personale Governo Ombra.

Ha solamente due ministri. Uno è lui ( cioè, in realtà preferiremmo di gran lunga questa configurazione ), e l’altro è lui, che è una new entry, ma moooolto valida.

Oppure invece di star qui a scrivere cretinate potrei passare piu agevolmente il mio tempo a studiare questo. Sto invece pensando di uscire pazzo e di dare, in sessione estiva, sia quello la di prima ma anche questo. Cioè, se una cosa del genere mi riesce posso anche andare ai caraibi a ballare la lambada.

In tutto questo domani si parte per questa minacciosa route di pentecoste. Vediamo che sarà.

Pagelle : Governo Berlusconi 4.

E’ nato il berlusconi quarto. Il parto è stato veloce e indolore, grazie ad una massiccia epidurale probabilmente. Come da antica e rodata tradizione, ci permettiamo, grazie a ricerche su Google, copincolla da Wikipedia, precedenti letture cartacee, di esprimere un nostro personale giudizio sulla compagine di governo. “Noi” siamo Tc e SmT.

Silvio Berlusconi – Presidente del Consiglio.

Tc: Forse non è molto chiara o evidente la rivoluzione che sta prendendo piede in questo paese. Colloqui informali pre-consultazioni con il capo dello stato. Napolitano che dice di aver sentito “ il leader della coalizione vincente “. Il primo incarico di governo accettato senza riserva e con la lista dei ministri già contestualmente pronta. Il più breve tempo fra elezioni e insediamento. Una salda maggioranza in entrambi i rami. Una salda coalizione. Ministri fedeli e controllati. Non avrà alcun tipo di problema a governare: ora è lui il volto dell’Italia. Questo, di fatto, è presidenzialismo : e il presidente, è lui..Incommentabile il suo passato, le sue losche frequentazioni, la sua sfilza di procedimenti penali, e tutto quello che conosciamo e non dimenticheremo. A costo di esser faziosi, diamo 2.
SmT:
Probabilmente lo spazio a disposizione è un po’ poco per “il principale esponente dello schieramento a noi avverso”, che, come dice Staino, “ce lo ha infilato nel principale orifizio”. Riassumendo, fior da fiore: tessera P2 numero 1816, nessuna spiegazione sulle sue società finanziarie con capitali sconosciuti degli anni ’60 che gli hanno permesso di costruire l’impero edilizio dell’Edilnord e simili, nessuna spiegazione sull’incontro a Milano con Stefano Bontate per decidere come occuparsi della protezione dei figli, nessuna spiegazione su come mai per questa ragione in casa tenesse un boss mafioso, Vittorio Mangano, come fattore, nessuna spiegazione sull’origine dei 250 milioni di euro che hanno foraggiato le sue società che compongono la Fininvest, nessuna spiegazione su come mai fino al ’77 nessuna delle sue società fosse a lui intestata, nessuna spiegazione sullo scambio con Craxi [23 miliardi estero su estero, in cambio del decreto “salva televisioni”]. Per di più, reato di falsa testimonianza commesso ma amnistiato, prescrizione grazie alle attenuanti generiche sui 23 miliardi versati a Craxi, assolto per i 1200 miliardi di fondi neri perché “il fatto non è più previsto dalla legge come reato”, nel senso che lui stesso l’ha depenalizzato, assoluzione per 10 miliardi di fondi neri perché “troppo ricco per essersene accorto”, reato di falso in bilancio amnistiato, prescrizione per 10 miliardi di falso in bilancio grazie alla riforma della legge sul falso in bilancio da lui effettuata, prescrizione per i bilanci Fininvest, sempre grazie alla riforma di legge da lui voluta, prescrizione grazie alle attenuanti generiche per la compravendita della sentenza Mondadori, tre processi ancora in corso. Per di più, il suo braccio destro e sinistro sono due pregiudicati, Previti, che gli ha procurato la Mondadori comprando le sentenze che gliel’hanno assegnata, e Dell’Utri, pregiudicato per false fatture e frode fiscale e, soprattutto, condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa.“Unfit to lead Italy” Voto 1

Gianni Letta – Sottosegretario Unico alla Presidenza del Consiglio.

Tc :
L’ombra di Berlusconi . Il suo piu fedele seguace. Il suo plenipotenziario. La longa manus. Spinse su Craxi per la creazione della Legge Mammì, che per chi non lo sa è la legge che ha permesso originariamente a Berlusconi di avere tre reti televisive : lui non le poteva avere, per legge. Da direttore de Il Tempo ammise di aver preso oltre un miliardo in finanziamenti illeciti. Tratta in nome e per conto di Berlusconi tutto ciò che valga la pena trattare. Tiene i rapporti con l’opposizione, dove è peraltro molto apprezzato. Se le elezioni fossero finite alla pari, come si paventava, sarebbe stato proposto come Premier bipartisan. Cos’è, dobbiamo considerarci fortunati? 4, che altro dovremmo dare.
SmT:
Immotivatamente stimato da destra e da sinistra, si segnala soprattutto per essere il mandante della Bicamerale 96 – 98, e per aver versato al PSDI, in qualità di vicepresidente Fininvest, 70 milioni di lire in cambio di attenzioni speciali per il gruppo. Se Porta e Porta è la sede dell’inciucio, Letta ne è il regista perfetto “Nell’ombra” Voto 4

Interni – Roberto Maroni.

Tc: Un leghista agli interni. Direi che ha molto senso, considerando che la Lega è un movimento che, a leggere il suo statuto, si propone l’indipendenza della Padania. Maroni è un bravo guaglioncello, con frequentazioni positive in gioventù ( Democrazia Proletaria ). Folgorato da Bossi su Via Bellerio, piano piano diventa il numero 2 della Lega. Condannato a 4 mesi per resistenza a pubblico ufficiale mentre si immolava col suo corpo per respingere la pula che perquisiva la sede della Lega. Noto Jazzista ( pare sia il miglior sassofonista della bassa ), scarica musica illegalmente. Firma, da ministro del Welfare, roba di poca importanza tipo la legge Biagi e la riforma delle Pensioni. A sentire la gente, è un ottimo ministro. Il suo top fan è il tale che nell’alto comasco gli fa gli occhiali su misura. Un gradito ritorno : 5
SmT :
Pregiudicato per resistenza a pubblico ufficiale, durante una perquisizione in una sede della Lega Nord, tra le altre cose, morse la caviglia di un poliziotto. Ora, da Ministro dell’Interno, ha sotto di sé la Polizia tutta. Chissà cosa potrà accadere. E per fortuna il prossimo G8 si farà alla Maddalena, così che non ci saranno scuole in cui poter dormire, altrimenti… Tra l’altro uno del partito di Borghezio a gestire l’immigrazione lo vedo bene “Pericoloso” Voto 3

Esteri – Franco Frattini.

Tc: Wikipedia ci informa che da bambino era compagno di scuola di Brunetta ( solo che lui arrivava a toccare il terreno coi piedi – ehi, non è una presa in giro, è un fatto ). Dopo la scuola non fa in tempo a levarsi il grembiule ( laurea a 21 anni ) che diventa ministro degli Esteri con Berlusconi, che evidentemente stimandolo, all’estero ce lo butta pure, facendolo vicepresidente della commissione europea , in sostituzione di Buttiglione, che pure avevano proposto ma fu rimandato indietro, perché era difettoso. In questo ambito si distingue per la proposta di censurare parole come “ bombe “ e “ uccidere “, e si fa portavoce di proposte del tipo : “quello che si deve fare è semplice: si va in un campo nomadi a Roma, ad esempio sulla Cristoforo Colombo, e a chi sta lì si chiede “tu di che vivi?”. Se quello risponde “non lo so”, lo si prende e lo si rimanda in Romania.”. Il parlamento europeo, con 300 voti contrari e 80 a favore, gli chiede se per grazia può stare zitto. Il bello del partire è tornare : 4 +
SmT : In primo luogo, bisogna vedere cosa vuol dire Ministro degli Esteri, visto che di solito è difficile tenere lontano Berlusconi da ciò che riguarda i rapporti con gli altri paesi, con effetti devastanti [es. “turisti della democrazia” a tutto il Parlamento europeo]. Si segnala per alcune iniziative europee interessanti: equiparare per legge l’apologia del fascismo all’apologia del comunismo, monitorare anche telefonicamente parole pericolose come “bombe”, “uccidere” e “terrorismo”. Tipicamente censurato dal Parlamento Europeo per le sue affermazioni sui più disparati ambiti, per esempio quando sostiene di dover seguire l’esempio cinese sul web. Ma si sa, dai tempi di Buttiglione, c’è un complotto anti italiano e anticattolico fra quegli sporchi eurocrati. Per di più, in televisione fa sempre l’espressione di chi è più intelligente degli altriInsipienza più totale Voto 2

Difesa- Ignazio la Russa.

Tc: Voi mi dovete scusare, ma proprio non riesco a dividere l’immagine di La Russa dall’imitazione che ne fa Fiorello. IGNAAZIO è figlio di un senatore Missino, catanese adottato milanese. Niente, è fascio da sempre e ora è ministro della Difesa. Suo figlio si chiama Geronimo. ALABARRRRDA ( Pessimo ) : 4
SmT:
Nella sua famiglia, il padre di solito sosteneva “che gli faccio io alle donne? L’assegno”, è cresciuto fra busti di Mussolini e Salvatore Ligresti, costruttore con svariati problemi di giustizia. Il nuovo corso di Alleanza Nazionale è lui: passato da missino tutto risse ed “opposti estremismi”, sprangate e riletture del ventennio, alla gestione del paese. La situazione peggiora sapendo che ha in mano le forze armate del nostro paese. Era il più filoberlusconiano e filoamericano dei colonnelli di An, che facciamo, torniamo in Iraq? Grazie a Fiorello, qualcuno lo considera anche simpatico, tanto da doppiare i Simpson, omettendo però di ricordare tutte le porcate che ha contribuito ad approvare. “Inquietante” Voto 3

Ambiente – Stefania Prestigiacomo.

Tc: Per anni Stefania è stata identificata con la gnocca di Forza Italia, e poi si aggiungeva a margine che era pure brava. Imprenditrice, Laureata, Curriculum parlamentare, dopo che Cuffaro in Sicilia viene condannato chiede ai vertici siciliani un segnale di discontinuità in sicilia. Nessuno pare ascoltarla. D’altro canto promette che Forza Italia non avrebbe candidato condannati. Travaglio, li accanto, la incalza : “ e allora non candidate Dell’Utri. “ Lei : “ Non lo so, e comunque dell’Utri gode della mia stima e per me non è un mafioso. “ Probabilmente intende un altro dell’Utri, magari il fratello gemello che pure ha, e non quello condannato dal tribunale di Palermo per concorso esterno in mafia. Magari. Ma magari no. Pro : Bella presenza, buona volontà. Contro : Che c’entra all’ambiente? , dichiarazioni pessime. Peccato : 5
SmT :
Non mi è ben chiara quale sia la competenza in ambito ambientale di Stefania Prestigiacomo, nota più per l’imitazione da parte della Cortellesi e per il fastidio che provoca che per altro. La sua affermazione principale degli ultimi mesi è stata: “Noi non candideremo condannati in via definitiva”. Si ricordano le sue lamentele sulle quote rosa, cui Berlusconi rispose “non fare la bambina”. Probabilmente, una delle poche donne che dovevano mettere per non fare una figuraccia, avendone 4 da candidare. Non mi sembra saggio collocarla in quello che forse è il Ministero più importante. “Inadeguatezza” Voto 2

Elio Vito – Rapporti con il Parlamento.

Tc:Ringraziamo la Stampa per l’utile informazione : Elio Vito detto “ Er Murena, perché non è un pesce grosso ma se prende la preda non la molla manco ammazzato “. C’è una vasta, vastissima letteratura su quest’uomo, ricordiamo che il suo miglior biografo è Corrado Guzzanti che lo piazza in uno scatolone insieme ai ministri usati, solo che essendo difettoso ogni tanto si accende e attacca “ Lei non m’interrompe quando l’ho interrotta perché m’interrompe io non interrompo quando lei m’interrompe l’interrompo “: a fiero ricordo di una sua apparizione al Raggio Verde di Santoro ,e Berlusconi definì la puntata in questione “ un cult Show “. Il più dedito dei dediti Berluscones , è famosissimo per essere uno scassapalle. Conosce a memoria il regolamento parlamentare, perciò ha sempre un comma da tirare fuori al momento giusto per far saltare l’ordine del giorno e mandare tutto in vacca. Secondo lui Berlusconi non ha difetti, o almeno, non se li ricorda. Un tocco Folk in un ministero che andrebbe chiuso, per manifesta inutilità: 4 e vado largo.
SmT:
Eletto con Pannella, e poi con Berlusconi. E già non c’è male. Il cugino, Alfredo Vito, è detto Mr. 100.000 preferenze, che ha incrementato anche grazie alle tangenti che intascava, per le quali è stato condannato a 2 anni. Per quanto riguarda lui, nulla di penalmente rilevante, ma la stima per Berlusconi/Previti/Dell’Utri ne fa comunque una persona pericolosa. Che Elio Vito debba rapportarsi con il Parlamento suona quasi come una minaccia alla operazione dei poteri. Tra l’altro, secondo lui, in Italia c’è da decenni un’emergenza giustizia. Che non sono i criminali al potere, ma chi cerca di processarli “Emergenza Voto 3

Claudio Scajola – Sviluppo Economico.

Tc: Personaggio difficile. Dopo l’invenzione di Forza Italia, Berlusconi ha bisogno di qualcuno che lo aiuti a far diventare un partito fantasma qualcosa di più vero : e trova questo Scajola, a cui affida l’incarico di formare lo statuto. Come ricompensa, è ministro dell’Interno nel Berlu 2. Ora, magari a lui non andavano tante grane, ma non succede sempre quello che vuoi. Si trova fra le mani il G8 di Genova e sentendosi Bava Beccaris dice di essere stato costretto ad aprire il fuoco sulla folla. Garibaldi, successivamente, pubblica un comunicato di fiera condanna. Vabè, ma a parte i cannoni fumanti tutto a posto? No. I più carogne sostengono che l’omicidio di Marco Biagi sia sua responsabilità. In fondo, lui gli ha solo tolto la scorta, anche se Biagi protestò perché era in pericolo. Ma Claudio ci informa che “se lì ci fosse stata la scorta i morti sarebbero stati tre “ e che in fondo Biagi era solo “un rompicoglioni che voleva il rinnovo del contratto di consulenza”. Conclude il quadro lo scandalo Tavaroli, un tale dei servizi segreti che si era messo d’accordo con Telecom per spiare la gente, mentre Scajola era a capo del COPACO ( il comitato di controllo dei servizi segreti ). Quantomeno gli è successo sotto il naso e non se n’è accorto. Adeguatamente diamo 2.
SmT:
A Imperia, da Sindaco, si dimette per accuse di concussione, da cui però sarà assolto, dopo però essere stato 3 mesi in carcere. E non sarà assolto perché il fatto non sussiste, ma perché il tribunale non riesce a dimostrare che i soldi erano per lui, e non per il partito. Il padre, anche lui sindaco di Imperia, si era dimesso vent’anni prima perché aveva favorito il cognato come primario. Nel 1995, dice di Forza Italia, alleata con An, “sono solo dei fascistelli”. L’anno dopo si candida con Forza Italia. E’ Ministro degli Interni durante quello che succede a Genova nel 2001, “diedi ordine di sparare”, è quello che dice. Non si dimette dopo quel fallimento, ma anche a seguito di queste affermazioni su Marco Biagi. Lasciamo parlare lui: “A Bologna hanno colpito Biagi che era senza protezione ma se lì ci fosse stata la scorta i morti sarebbero stati tre. E poi vi chiedo: nella trattativa di queste settimane sull’ articolo 18 quante persone dovremmo proteggere? Praticamente tutte”. “Non fatemi parlare. Figura centrale Biagi? Fatevi dire da Maroni se era una figura centrale: era un rompicoglioni che voleva il rinnovo del contratto di consulenza” “Il nome sembra una malattia Voto 2

Altero Matteoli – Infrastrutture.

Tc: Missino di vecchia data, l’ultimo dei mohicani dell’MSI probabilmente, essendo nato in terra toscana, un po’ accerchiato diciamo. Molto legato al territorio, promuove in Parlamento discussione su disegni di legge in materia di Tutela del Litorale Pisano, che, percarità, nulla di male. Imputato a Livorno per favoreggiamento verso l’ex prefetto di Livorno, che avrebbe avvertito di indagini e intercettazioni in corso su uno scandalo di abusi edilizi all’isola d’Elba, consentendo a lui e ad altri indagati di inquinare le prove e di distruggere carte e addirittura computer, con gravi danni per le indagini: probabilmente è per questo che l’ho sentito a SKYTG24 dire che lui è stato uno dei pochi di AN a votare l’Indulto, perché è un vero garantista. Wow : 4 ½
SmT:
Due volte Ministro dell’Ambiente, sempre contrario al condono ambientale, ne vota ben due. Indagato e sotto processo per favoreggiamento in un caso di abusi edilizi, ha votato a favore dell’indulto, contro il suo partito, perché non si sa mai. Ha dichiarato che “i bracconieri sono simpaticissimi” in un intervista sul Corriere della Sera, e va a pesca di frodo. Direi che è l’uomo sbagliato nel posto per lui giusto. Avrà come viceministro Castelli, oltretutto è fortunato.Sinistro delle Infrastrutture Voto 3

Mara Carfagna – Pari Opportunità.

Tc: Un vero e autentico pezzo di fica, mi spiace, è così. Starlette televisiva catapultata in parlamento, ma io starei fermo un attimo prima di criticarla per questo perché, perlomeno, è laureata in Legge. Carina, Brava, Giovane, Splendido Splendente : 6, anche 6 ½ per la bella visuale.
SmT:
La sua utilità mi sembra francamente ridicola. In primo luogo, c’è da dire che nega di aver partecipato a servizi di nudo, perché lei crede “in certi valori”. Quindi, la sua onestà mi sembra brillante. Ritengo che sarebbe interessante un giorno che qualche giornalista gli chiedesse qualcosa in qualsiasi ambito che vada oltre le chiacchiere da servizio del Tg1, ne potrebbe nascere una rubrica interessante. Oltretutto, i nuovi capelli le tolgono qualcosa, politicamente parlando. Certo, con i capelli corti, questa foto avrebbe un significato diverso. Al Ministero in cui l’hanno piazzata, difficilmente potrà fare dei danni mortali, ma da una che dichiara che le coppie gay sono “costituzionalmente sterili” e quindi non vanno chiamate donne, la sorpresa può sempre arrivare. “Con molta umiltà, forse troppo poca Voto 2

Umberto Bossi – Riforme e Devolution.

Tc: Evitiamo di Raccontare la Storia di Bossi perché sennò qua non finiamo più. Tanto, la conosciamo tutti. Ministro per la Seconda Volta. Uomo davvero fortunato, di solito gli Ictus come il suo non perdonano, lui è in piedi, parla, urla, dice e fa il ministro. Che dobbiamo fare, daremo 5.
SmT: 8 mesi di condanna in Cassazione per finanziamento illecito ai partiti per il capo della forza più “giustizialista” degli anni ’90. Dal ’97 in poi, si passa dal parlare del mafioso di Arcore, all’amico Silvio. In un paese normale, il suo partito non potrebbe esistere, lui verrebbe esiliato dalla politica, nessuno lo considererebbe per la carica di senatore a vita, nessuno vorrebbe aprire un dialogo con lui. Ma, un paese normale non siamo. Anche il modo in cui parla, le cose che dice, le sue idee, sono il pianto della democrazia liberale ed occidentale. Giurerà fedeltà alla Repubblica Italiana, con la cui bandiera disse di volersi pulire il culo. “Fuori dal mondo Voto 2

Raffaele Fitto – Rapporti Regionali.

Tc: Raffaele Fitto è Giovane. Raffaele Fitto è indagato dalla Procura di Bari per corruzione, falso e illecito finanziamento ai partiti. Raffaele Fitto è figlio di un Vecchio Boss Democristiano. Raffaele Fitto è l’ex Presidente della Regione Puglia. Raffaele Fitto è coordinatore di Forza Italia per il Mezzogiorno. Raffaele Fitto è Ministro: 3.
SmT:
Anche secondo lui, Mangano è un “eroe, e bisogna farsene una ragione”.Copia incolla da Wikipedia per le sue vicende processuali: “Il 20 giugno 2006 la Procura di Bari ha chiesto alla Camera dei Deputati gli arresti domiciliari di Fitto con l’accusa di illecito affidamento dell’appalto di gestione di 11 residenze sanitarie di proprietà dell’imprenditore romano Giampaolo Angelucci (proprietario di numerose cliniche private). Secondo l’accusa, Angelucci avrebbe versato una tangente di 500.000 euro alla lista di Fitto in occasione delle elezioni regionali del 2005, in cambio di favori illeciti per vincere l’appalto da 198 milioni di euro con cui ha ottenuto la gestione delle undici residenze sanitarie “assistite” dalla Regione Puglia. Si tratta della stessa inchiesta per cui è indagato Francesco Storace. Il parlamento, tuttavia, ha respinto l’autorizzazione a procedere con l’arresto con 457 voti favorevoli, 1 contrario (dello stesso Fitto) e 2 astenuti.Il 22 dicembre 2007 la Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio di Fitto e di Angelucci, accusati di concorso in corruzione e illecito finanziamento ai partiti. Le accuse per Fitto riguardano anche i reati di falso e peculato.” Con questa fedina, lo vorrei lontano dal Ministero con cui si possono distribuire più doni alle clientele. “Fatevene una ragione” Voto 2

Renato Brunetta – Innovazione nella PA.

Tc: Apprezziamo tantissimo il fatto che non sia stato rimesso in questo ministero Lucio Stanca, autore della fortunata avventura di Italia.it. Un buco di 45 milioni di euro che il ministro Rutelli, dando prova di almeno uguale capacità gestionale, non trovò di meglio da fare che chiudere. Questi soldi, intanto, si sono volatilizzati chissà dove. Insegna )Economia a Tor Vergata. 5, che diventa 6 per averci graziato da Stanca.
Smt:Definirlo simpatico è come definire l’Italia una democrazia compiuta. Negli anni Ottanta e Novanta ha collaborato, in qualità di consigliere economico, con i governi Craxi, Amato e Ciampi,anni in cui il rapporto debito-PIL è salito dal 70 al 92 per cento e il debito pubblico balza da 400 mila a 1 milione di miliardi di lire. Si ritiene una specie di genio, è l’autore insieme a Feltri di una serie di libercoli che escono con Libero, colmi di balle colossali. Eppure, è uno di quelli con cui non bisogna perdere la possibilità di dialogare. “La Brunetta dei Ricchi e Poveri” Voto 4

Sandro Bondi – Beni Culturali.

Tc: Non c’è nulla da fare, quest’uomo mi terrorizza. Sindaco comunista di un paesino toscano, diventa poi collaboratore di Berlusconi, di cui si innamora. Gli scrive delle poesie, quest’uomo è un folgorato. Si, si, poesie! Non ce la faccio, le trovate qui. Finito di scrivere, trova tempo per dichiarare che Umberto Eco è intellettualmente insipido. Non ce la posso veramente fare : 2.
Smt:
Questa è la barzelletta. Quest’uomo non può essere Ministro. Più volte voleva istituire una commissione d’inchiesta sull’associazione a delinquere dei magistrati milanesi. Scrive poesie imbarazzanti per chi le riceve, scrive e legge. Tra l’altro, negli ultimi due anni, è stato assente nell’87,9% dei casi in cui doveva esserlo nell’Aula della Camera. Stipendio guadagnato. Davvero, è una barzelletta.Scusi, Presidente Berlusconi, se parlo in Sua presenza” Voto 1

Giorgia Meloni – Politiche Giovanili.

Tc: Ragazzetta sveglia, a capo di Azione Giovani. Dirigente giovane di Alleanza Nazionale, pare sia davvero brava. Il più giovane vicepresidente della Camera. Ha dichiarato(a noi ) di non aver condiviso la proposta di Berlusconi nella scorsa legislatura di candidare Andreotti come presidente del Senato, perché mafioso. E’ più giovane della Melandri, e ci fa piacere abbiano mantenuto il ministero. Se non si fosse capito questa scelta mi convince. Do, addirittura, 6.
SmT:
Secondo lei, i libri di testo dei licei sono troppo sbilanciati a favore della: Resistenza, Teoria della Relatività, Geometria euclidea, e Darwinismo. Recentemente ha detto che i libri di testo obbligatori sono uno scandalo: cioè, al liceo ti puoi comprare il libro che ti pare. Il che potrebbe anche non sembrare sbagliato, ma: l’idea che c’è dietro è che l’egemonia culturale della sinistra travi le giovani menti, e poi indovinate chi è il maggior editore italiano? Per di più, è convinta che i consultori siano luoghi del male. Il tutto, senza ignorare il suo passato nel Fronte della Gioventù, che non va rinnegato. Per di più, Family Day e Feste della Famiglia. Bocciata “Floriana del Grande Fratello” Voto 3

Luca Zaia – Politiche Agricole.

Tc: Un conosciutissimo signor nessuno. Credo, se non sbaglio, che sia un competente tecnico agricolo leghista: è infatti inconfondibile la faccia da contadino della Bassa. Wikipedia ci informa che è laureato in Scienze della Produzione Animale. Beeeeeeeeeh. Muuuuuuuh. 5.
SmT:
Dopo aver preso una multa perché sull’autostrada andava a 193 km/h, ha detto che i limiti sono troppo bassi, quantomeno di 20 km/h. Quindi, per lui il limite giusto è quello da violare di 33 km/h. So poco altro su di lui, ma fa comunque parte della Lega Nord. “Lo aspettiamo al varco” Voto s.v. tendente al 4

Gianfranco Rotondi – Attuazione del Programma.

Tc: Gli è stato dato questo ministero solo perché ha fatto un sacco di casino per averlo. Inutile: 4.

SmT: E’ l’eroe cui dobbiamo il ritorno in Parlamento di Cirino Pomicino, e di De Michelis al Parlamento Europeo. E’ una figura inutile della politica italiana, capo di un partito inutile che non interessa a nessuno, messo in un Ministero inutile. “Faremo un governo senza ministeri inutili” Voto 3

Andrea Ronchi – Politiche Comunitarie.

Tc: Un finiano DOC, portavoce di Gianfranco Fini. Semplicemente, una casella di Alleanza Nazionale riempita. Tappabuchi : 5.
SmT:
L’insipienza ritorna, quasi ai livelli di Frattini. Certo, da uno che nella sua vita ha fatto il deputato e il portavoce, difficilmente si poteva aspettare un Ministero di rilievo internazionale. Anche perché al governo c’è finito per esplicito volere di Fini, di cui è lo scherano più affidabile, anche perché gli sta sempre affianco, in senso fisico. Per di più, tenace sostenitore della teoria del complotto dei magistrati.
“Malanno” Voto 4

Maurizio Sacconi – Welfare.

Tc: Grafomane, due ore dopo la presentazione della lista dei ministri ha già in tasca pronto il suo Programma di Governo. Collabora con Marco Biagi alla stesura del Libro Bianco, è presidente dell’associazione Amici di Marco Biagi, a futura memoria. Sarà affiancato da Michela Vittoria Brambilla che gli farà da ministro delegato alla Sanità. Proprio per questo, per questo tandem, nonostante la sua faccia simpatica, siamo costretti a dare 5.
SmT:
Ennesimo Berluscones. Favorevole a tutte le leggi porcata, sia nella legislatura 2001/2006. Direi che è sufficiente, in mancanza di altri elementi. “Il centrodestra medio” Voto 3

Roberto Calderoli – Semplificazione Legislativa.

Tc: Quest’uomo è nato per farci fare figuracce internazionali. Dall’esposizione delle magliette con le vignette anti-islam su Rai1, che hanno provocato un vero e proprio assalto ad alcune ambasciate italiane nei paesi arabi, mettendo a rischio la vita del personale, passando per le sue posizioni sull’omosessualità, diciamo “solo “ eccessivamente colorite ( “ Se non si fosse ancora capito essere culattoni è un peccato capitale e chi vota una legge a favore dei Di.Co. finirà nelle fiamme del più profondo dell´Inferno” ), oppure ancora quando abbiamo vinto i mondiali di calcio ( “È una vittoria dell’identità italiana, di una squadra che ha schierato lombardi, napoletani, veneti e calabresi e che ha battuto una squadra, la Francia, che, per ottenere dei risultati, ha sacrificato la sua identità schierando negri, musulmani e comunisti “ ), oppure ancora i rifiuti di napoli( si, sto copiando da Wikipedia, tanto basta per capire il soggetto, “La fogna va bonificata e visto che Napoli oggi è diventata una fogna bisogna eliminare tutti i topi, con qualsiasi strumento, e non solo fingere di farlo perché magari anche i topi votano.” ). “Andremo a Bruxelles noi padani, porteremo un po’ di saggezza della croce a quel popolo di pedofili!” : 2.
SmT:
Incommentabile. Difficile dire che nel mondo non potrebbe non solo fare il Ministro, ma nemmeno avvicinarsi ad un Ministero, nemmeno per guardarlo. “Scandalo” Voto 0

Mariastella Gelmini – Istruzione e Ricerca.

Tc: Una totale illustra sconosciuta, buon tecnico di partito, coordinatrice regionale di Forza Italia, per rimettere in piedi la Riforma Moratti e le 3 I. Recuperiamo una sua intervista e troviamo che viene definita la cocca di Bondi, che dice che l’unico baluardo contro l’Islam sono i valori cristiani, che Prodi è un falso cattolico perché vuole i PACS: soldi alle scuole private in arrivo. Stavamo per darle un voto vago, ora siamo seriamente preoccupati e diamo 3.
SmT:
Che sia una figura rilevante della politica italiana questo no. Che abbia violato la Convenzione Internazionale dei Diritti del Fanciullo, vietando l’iscrizione all’asilo nido dei figli di extracomunitari irregolari. Non ha esperienza nel settore, il che magari è un bene: farà danni più lentamente, prima dovrà capire di che si tratta. Abbiamo qualche mese di tempo.Moratti 2?” Voto 3

Giulio Tremonti – Economia.

Tc: Tremonti lo conosciamo bene. E’ quello dei condoni. E delle leggi ad personam. E’ quello che recentemente si è convertito, dicendo che il libero mercato è una cosa portata avanti dalla Sinistra e da gente come Prodi, che ha prodotto robaccia tipo la Globalizzazione che ha degli importanti lati negativi , tipo che ha fatto nascere la Cina e l’India come superpotenza, e che la strada per uscirne si riassume in sette parole: valori, famiglia e identità; autorità; ordine; responsabilità; federalismo. Una soluzione politica a un problema economico : Keynesismo di base oserei dire ( probabilmente sbagliando ). Per una volta sono d’accordo con la novellina del PD, Marianna Madia : Tremonti forse azzecca l’analisi, di certo sbaglia la cura. E’ comunque un economista di pregio. Per tutto il resto voi vogliate sapere su Giulio Tremonti, consiglio la sua biografia non autorizzata e manifesto di vita : il Cetriolo. Vedere assolutamente. Abbiamo già dato : 4.
SmT:
Da giovane collabora con il Manifesto, poi non più. Vicino a De Michelis, negli anni 80. Viene eletto con il Patto Segni di centro nel 1994, poi dopo le elezioni passa al Polo di Berlusconi. Responsabile del dramma dei conti pubblici degli ultimi anni, dichiara di essere contrario ai condoni. “Mai”, dice. Poi ne fa 12. Nel 94, prima di essere eletto, dichiara che le promesse di Berlusconi sono puro miracolismo e che l’aliquote al 33% è una fandonia. Ora è nel suo programma. E i miracoli li deve realizzare lui. Dopo quello che ha combinato, difficilmente potrebbe tornare nel mondo a testa alta. Invece, è considerato un genio.

“Un pianto” Voto 2

Angelino Alfano – Giustizia.

em>Tc: Astro nascente della politica forzitaliota, fedelissimo siciliano di Berlusconi. Un volto nuovo, che è il nome buono dei signor nessuno. Bacia Croce Napoli, noto boss mafioso, alla festa di nozze della figlia del boss. Poi però dice che non sapeva che fosse un boss mafioso. Ennesima rinuncia a trattare il problema Giustizia come si deve : 2.
SmT:
Il padre era uno dei notabili della corrente di Mannino, noto per presenziare ai matrimoni dei boss mafiosi. Forza Italia in Sicilia è ricolma delle peggiori personalità della politica regionali, quasi al livello dell’Udc. Nel 1994, si è “innamorato di Berlusconi attraverso il tubo catodico”, come le ragazzine che vanno a vedere i ragazzi di Amici e piangono. Si schiera dalla parte di Dell’Utri, Cuffaro, Andreotti e similari, ma non solo. Com’è destino dei ministri della Giustizia, partecipa, ritratto da un video, al matriomonio di un suo amico, dove bacia gli sposi e anche il padre di lei, capomafia di Palma di Montechiaro. Tuttavia, dice di non conoscerlo. Come Castelli, è un burattino di Berlusconi e dei suoi avvocati alla Giustizia, pronto ad eseguire gli ordini. Certo nel centrodestra non c’era di meglio, né peggio. E’ che sono fatti così. “C’è qualcosa di peggio?” Voto 1

add to del.icio.us :: Add to Blinkslist :: add to furl :: Digg it :: add to ma.gnolia :: Stumble It! :: add to simpy :: seed the vine :: :: :: TailRank :: post to facebook

E’ Democratico, perciò decide lui.

Finita la prima assemblea costituente del PD ( abbiamo fatto live blogging qui ).

Un bel discorso da parte di Prodi. Il primo, che gli sento fare, come se parlasse senza paura di offendere qualcuno: in sostanza, molta pubblicità al governo, esaltazione dei buoni risultati e ilPDcomel’hosemprevoluto sono i temi chiave del suo discorso.

Ma questo era il giorno di Veltroni, veramente. Tutti si aspettavano che parlasse, e ha parlato. In modo quasi tosto, inusuale per lui, ha snocciolato un programma politico in 9 punti. Tutti i leit-motiv del ” veltronismo ” sono li : l’ambientalismo dei Si ( neologismo che sta per NonSiE’MaiVistoDaNessunaParteCheNonSiFaLaTAV ), non c’è giustizia sociale senza crescita economica, superare tutti i conservatorismi.

Ma si sono sentite anche delle proposte codificabili, isolabili dal resto del discorso : prima, Italia leading country nell’esportazione dei pannelli solari, un’idea che mi trova fortemente d’accordo ( ne avevo parlato già qui, e prima di te, tieeeee! ). Altra presa di posizione molto chiara sulle riforme istituzionale: Veltroni è per il sistema a doppio turno alla francese, ma non lo proporrà mai. Preferisce creare un sistema elettorale ” adatto all’ora e all’oggi di questo paese “, il che vuol dire in sostanza che ci ripropone grossomodo il referendum elettorale proposto dalla Casa delle Libertà e che la sinistra ci aveva consigliato di cassare, e noi abbiamo cassato. Walter, perchè ora va bene? Unica nota davvero positiva ( quasi da sola salva la proposta ) è quella di collegare la formazione di gruppi parlamentari alle liste elette, il che è fondamentale : qualsiasi sistema elettorale collassa davanti alla possibilità per un parlamentare di fare il comodo suo e viaggiare libero da una parte all’altra.

Molte cose ancora però non vanno bene. Prima su tutte la questione della Laicità : non si sono sentite posizioni concrete da parte di Prodi, e Veltroni non ha detto altro che ” ha ragione Prodi”,senonchè non si è capito cosa abbia detto Prodi oltre ” una casa di cattolici e non cattolici ” che non vuol dire nulla.

Inoltre tutta questa democrazia non s’è vista. Primo, chi ce l’aveva mai detto che i componenti delle tre commissioni ( Statuto, Manifesto dei valori, Codice etico ) sarebbero stati scelti dall’alto, dai candidati alla segreteria in base a quanti voti avevano preso? Così è stato. Secondo, puramente formale ma importante: perchè un partito che non ha ancora un organigramma ha già un vicesegretario, senza che questa carica sia in statuto? Il regolamento dell’assemblea costituente non parla di nessun vicesegretario. E terzo, perchè gli eletti alle assemblee regionali eleggono i coordinatori provinciali? Non si era detto Primarie Primarie Primarie ovunque voterete ogni cinque minuti?

 Sull’argomento si sono già incazzati Parisi e la Bindi.


D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

ottobre: 2014
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower