E’ tanto

Chi segue questo blog da prima della grande-pausa (vabbeh, un giorno ne parliamo, prometto) sa quanto io sia stato poco tenero, negli anni, con l’attuale papa Benedetto XVI. Un po’ per partito preso, un po’ per analisi di quello che dice e pensa, il pontefice notoriamente conservatore non ha mai corrisposto all’idea di Chiesa che io cerco di avere in mente e di costruire.

Ora però una cosa trovo che vada detta.

Andare in patria, ovvero in Germania, ovvero nella tana del lupo, e dire che il Papa – che è sempre il capo, il Re della Chiesa – “capisce perfettamente” chi si allontana dalla Chiesa per colpa dei preti pedofili, signori, non è poco.

Posso capire che, di fronte a crimini come gli abusi su minori commessi da sacerdoti, se le vittime sono persone vicine uno dica: questa non è la mia Chiesa, la Chiesa è una forza di umanizzazione e moralizzazione e se loro stessi fanno il contrario io non posso più stare conquesta Chiesa»

E’ come se Massimo Moratti (paragone inadeguato nonostante sia adeguato), dopo aver perso varie partite di fila come sappiamo, dicesse di essere tentato di restituire l’abbonamento in curva. Questo, insieme ai vari passi che questo pontificato – e va detto – ha preso per costringere le diocesi, d’ora in poi, ad avere un atteggiamento differente e non poco nei confronti di questi casi, fa pensare che la risposta del Vaticano alla crisi della pedofilia nel clero sia stata sufficientemente adeguata.

Probabilmente dipende anche dal passato di Ratzinger: c’è una versione della Storia che vuole che il futuro pontefice, all’interno della Curia, fosse stato il primo a voler reprimere gli abusi nel clero, ma che la Congregazione della Dottrina della Fede, da Ratzinger guidata, fu intralciata da altri ambienti di Curia che premevano per non smuovere le acque in un periodo in cui, con Giovanni Paolo II malato, c’era molto da guadagnare per tutti nel mantenere il silenzio. Non so. Sta di fatto che dagli uffici del ministero di Ratzinger uscì la tremenda Crimen Sollicitationis, la lettera riservata che consigliava ai vescovi di lasciar correre e non denunciare al braccio secolare ciò che stava succedendo.

In ogni caso, anche se Ratzinger fosse, come altri dicono, omertoso primo dissimulatore e copritore delle tragedie nei seminari, nelle scuole cattoliche e nelle parrocchie di tutto il mondo, andare in giro a dire che chi si è allontanato dalla Chiesa lo ha fatto a buona ragione è il minimo indispensabile di civiltà giuridica e di stato di diritto liberale, e dunque, probabilmente, dal Papa è tanto. Aspettiamo il resto.

2 Responses to “E’ tanto”


  1. 1 LaScolta 23 settembre 2011 alle 4:01 pm

    Tom, BXVI è davvero un grande, al solito lo si capirà “dopo”: cominciare a dirlo prima, anche ai tanti compagni che (si) sbagliano, è cosa buona e giusta che io fo da lungi. Cià MikPerux

  2. 2 luca 23 settembre 2011 alle 4:52 pm

    Non è tanto, è solo il minimo, ma davvero il minimo.
    Prova a pensare cosa succederebbe se qualsiasi altra istituzione fosse travolta da uno scandalo del genere. Prova a pensare a un partito politico, per dire, di cui si scoprisse una tale e diffusa pratica pedofila.
    Sarebbe spazzato via dalla storia, i colpevoli in galera, ci sarebbe da vergognarsi a dichiarare di essere appartenuti a tale partito (tipo il partito fascista o il partito socialista qualche lustro fa, anzi molto peggio).
    Invece la chiesa no, Si dice che un’affermazione come quella che citi “è già tanto”.
    Ma per favore…
    Quella gente (i preti pedofili) è criminale. La chiesa, se volesse fare qualcosa di serio, dovrebbe fare di tutto per farli perseguire penalmente, per farli sbattere in prigione.
    E invece no, solo queste penose dichiarazioni concilianti.
    Contento te…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

settembre: 2011
L M M G V S D
« giu   ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: