Rissa! Rissa!

Posso dire una cosa?

No, nel senso: secondo me ha ragione Berlusconi – senti che ti sto dicendo.

Il punto è questo: Fini si sta comportando nel modo in cui si comporta D’Alema, ed è il modo che a D’Alema si è sempre rimproverato dall’altra parte. Perchè D’Alema, invece di mandare avanti qualcun’altro, non si è candidato in prima persona in Puglia? Stessa situazione. Parlare dall’alto del contesto, portando avanti “alti” punti di metodo, chiarendo che però non si ha tempo, modo e voglia per modificare l’esistente in prima persona. Perchè si ha altro, e di meglio, da fare.

In sostanza, Fini si alza in piedi, si lamenta perchè le cose non sono come lui vorrebbe; ma vorrebbe che fossero gli altri a modificare le cose che non gli piacciono, in quelle che piacciono a lui.

Beh, non è così che funziona, non solo nei partiti, ma nelle dinamiche di gruppo in genere. Lo si impara giocoforza negli Scout, è il motto de iMille racchiuso nella formula “chifalecose” (per citare solo due delle mie esperienze di vita personali, ma credo che sia qualcosa di abbastanza universale): se hai un cambiamento da proporre, ci dovrai mettere tu faccia, mani e cuore; perchè tanto, gli altri non lo faranno, o lo faranno in un modo che comunque a te non piacerà. E’ anche giusto così, fra l’altro.

Certo, si può prendere il comportamento di Fini come un insieme di consigli che vorrebbero essere lungimiranti: fate così, se ci tenete al Partito, se ci tenete al giocattolino, sennò si rompe. Ma è qui che Fini sbaglia. Nessuno, in quella sala ieri, teneva al partito. Ovvero alcuni si, ma la grande maggioranza no. E soprattutto, non ci tiene la maggioranza degli elettori del Partito, al Partito. Partito vuol dire militanza, organizzazione, tempo da spendere eccetera: caratteri che le forze politiche di centro-destra in Italia non hanno mai avuto. Fini chiede impegno, discussione e dibattito a gente a cui tutto questo non interessa, perchè è una perdita di tempo, perchè incaglia la velocità dell’azione, perchè è speculazione intellettuale sul nulla astratto. Ovvero, perchè è (preparazione)(di una) Politica.

Detto questo, lo ribadisco: secondo me quel che dice Berlusconi non è sbagliato. Il Cavaliere è in malafede, ma non sbaglia. Fini dovrebbe, se crede veramente in quel che dice, chiedere la poltrona di LaRussa, diventare Coordinatore del Partito e iniziare a spalare fango. Lui può farlo, lui sa farlo, è forse l’unico che sa e può farlo: dunque facesse. Anche perchè sarebbe un’operazione politica, questa si, lungimirante: cambiare da dentro, con un lavoro lento, il DNA del Partito, piano piano imparando a controllarlo, ponendo dinamiche nuove in posti chiave che, al momento giusto, possano diventare determinanti.

Non sempre è un problema essere retrocessi, laddove si interpretasse questo gesto come una diminuzione del proprio valore. Fini potrebbe costruire il futuro del centrodestra italiano, all’interno di un Partito che è oggettivamente da cambiare: ma piano piano, e in prima persona. Potrebbe farcela, e sarebbe un buon risultato per tutti, nel lungo periodo.

7 Responses to “Rissa! Rissa!”


  1. 1 Fabiano 23 aprile 2010 alle 2:49 pm

    Posso dire un cosa?
    Sono d’accordo con te :)

  2. 2 Mario 23 aprile 2010 alle 5:21 pm

    Sai una cosa? Io no :-)
    A parte gli scherzi, non mi è chiaro cosa voglia fare davvero Fini, anche perchè ieri più che un dibattito era stata preparata una rievocazione del Colosseo, con Silvio nei panni dell’imperatore, e Fini in quelli del cristiano da sbranare….

    Però…

    Anche se non ho capito, mi ricordo però alcuni altri momenti, in cui Fini, in un partito ben diverso, diceva cose incomprensibili ai più, e imboccava una strada che sembrava fuori luogo…
    Salvo che aveva ragione, più e più volte.

    E quindi…

    Magari non è così stavolta, magari ora sta toppando, ma un dubbio che sia invece, ancora una volta, l’unico che guarda un pochino più avanti, beh mi viene…

    Il fatto è che gli italiani, non sono di sinistra, neanche quelli che votano PD, in larga parte lo sono, meno che mai quelli che votano IDV, ‘chè se vai a vedere Di Pietro è un uomo di destra, nei pensieri, nei valori.

    E se vai a vedere, e immagini per un secondo che Berlusconi scompaia, serenamente nel suo letto ovviamente, e cerchi di capire che cosa rimane del PDL un istante dopo, beh forse il dubbio che Fini stia guardando nella direzione giusta c’è….

    Poi va beh, se ti piace la lega è un bel futuro…. ma anche no.

  3. 3 2t 24 aprile 2010 alle 9:44 am

    anche secondo me sta ponendo delle basi (fini, dico)… e considerando che gli irriducibili di mr B e della lega sono inamovibili… dove raccatterà consenso? è già da un po’ che si parla di quel comunista di fini… se tanto mi dà tanto…

    brutti, brutti pensieri…

  4. 4 Eleonora 24 aprile 2010 alle 4:00 pm

    Per me, Fini si sta preparando alla Presidenza della Repubblica (come disse tempo addietro il mitico Fabiano) e cerca di dare un’immagine di sè più moderata di quanto non sia, così da essere apprezzato anche a sinistra, ma potrebbe anche non essere una strategia e ci crede veramente in quello che dice. O ha avuto un’illuminazione trascendentale, o è un gran calcolatore. Io propendo per la seconda.

    Però devo dire che la scena del litigio è stata davvero una figata!!

  5. 5 Anonimo 24 aprile 2010 alle 4:40 pm

    ma scusa, ma hai visto che partito è? e poi che fa? lascia la camera dei deputati? E non dimenticarti che c’è Bocchino alla Camera, Ronchi al Governo. Non sono così sprovveduti, lui è la punta di lancia. Ha iniziato adesso, ha tre anni per farli macerare. Come tutte le scelte di fondo hanno un margine (in questo caso altissimo ) di rischio. Solo la ricompensa è pari al rischio (la leaderschip del centro destra, mi hai detto cazzi come dice Seneca).
    A parte i giudizi sull’uomo fini (certamente un calcolatore) va detto che sta facendo il massimo che si può fare. In quel partito o si fa così o non si esiste. non confondiamo cosa sta facendo fini(il simbolo) e cosa fanno i colonnelli di fini (le braccia come dici tu). Un partito carismatico, d’altronde, si combatte con il carisma. La Dc non era carismatica e infatti non aveva uomini di carisma, ma di potere, anche occulto. La lotta si faceva con il potere.
    A ciascuno il suo come diceva Sciascia.


  1. 1 iMille » Blog Archive » Rissa!Rissa! Trackback su 23 aprile 2010 alle 10:10 am
  2. 2 Rissa! Rissa! | Trentinoweb Trackback su 23 aprile 2010 alle 1:47 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

aprile: 2010
L M M G V S D
« mar   mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: