Senza senso

Come mi è stato autorevolmente fatto notare, il fischio di inizio alle polemiche fra Fini e Berlusconi è stato suonato dal Cavaliere: quando ancora il Presidente della Camera era trincerato nel no-comment, già “fonti della maggioranza” rivelavano ciò che i due esponenti del PDL si erano detti.

Tale considerazione è rafforzata, se pensiamo che Schifani, in modo del tutto estemporaneo e non richiesto da nessuno, si è premurato di uscire a reti unificate proclamando la necessità del voto: è evidentemente una cosa che ha concordato con Berlusconi, perchè altrimenti non si spiega una presa di posizione di tale pesantezza da parte della seconda carica dello Stato.

Dunque è Berlusconi ad aprire il fronte; è Berlusconi che non ha intenzione di assecondare i, peraltro molto tiepidi, richiami di Fini; è Berlusconi che crede di poter agitare il voto come una clava.

Che senso ha? Nessuno. Berlusconi ha già vinto le elezioni; anche se non le ha vinte tecnicamente, le ha vinte politicamente: andare al voto adesso, perchè? Per vincere “di più”, stavolta anche contro Fini? Non ha senso: non si può vincere ancora più di così. Che altro vuole vincere, Berlusconi?

Perciò, a parer mio, è una boutade. E’ un tentativo di fare la faccia cattiva a questi rompipalle dei finiani, che magari, se pensano che il Capo fa sul serio e chiederà a Napolitano di sciogliere le Camere, rientreranno nei ranghi. Anche perchè la Lega non si lascerà sfuggire l’occasione di tre anni tranquilli per finire le riforme di cui ha bisogno.

Certo, occorrerà vedere se Fini si piegherà a questa dinamica: ma mi chiedo che altro potrebbe fare. Provocare la crisi e accettare l’ipotesi del voto è una prospettiva che lo relegherebbe a percentuali elettorali di nicchia, perchè sarebbe facile gioco presentarlo come il complottista che ha provocato la caduta del governo più amato di sempre.

E che senso ha per Fini incamminarsi su questa strada? Secondo me, nessuno.

6 Responses to “Senza senso”


  1. 1 Anonimo 15 aprile 2010 alle 10:59 pm

    magari si è rotto le palle. ammesso e non concesso che le abbia.

  2. 2 Marino 16 aprile 2010 alle 12:41 pm

    Credo anch’io che stia abbaiando per far finta di essere feroce. Il cavaliere sa bene che la sua vittoria è nelle mani di Bossi. Se va alle elezioni si metterebbe completamente nelle mani della lega. Non so fino a che punto possa convenirgli. Meglio continuare a parlare di partito dell’amore.

  3. 3 Pernacchia 16 aprile 2010 alle 5:14 pm

    secondo me Fini, intanto, ha detto che esiste. Dopo Berlusconi che ha detto che si potrebbe fare una bella riforma costituzionale sui generis, dopo che Bossi ha detto che, quasi quasi, una premier leghista non sarebbe male (e comunque nel frattempo dateci le banche), Fini ha detto: e che sò er fijo dell’oca bianca?

    Berlusconi deve essere sicurissimo di avere le forze per cambiare la costituzione. Ma soprattutto deve avere le forze per proteggere i suoi processi. Usciamo dall’idea che Berlusconi abbia una benchè minima idea di politica (anche distruttiva). Egli protegge degli interessi, e non quelli della borghesia (di destra – a cui ci pensa per altro D’Alema – o di sinistra). Egli ha assoldato uomini e merci per proteggersi, punto. Non si può nemmeno invocare una specie di conservazione della sepcie, dato che non fa parte integrante della borghesia, quindi a lui non je ne frega un cazzo che dopo i suoi affari tutto il sistema politico e/o economico cada. E’ il nichilismo della società plebiscitaria. La vera borghesia non lo avrebbe mai permesso, ma c’è la borghesia?
    Quindi immedesimiamoci in lui e pensiamo a cosa fare per trasmettere beni e valori (bollati, ovviamente) ai figli, sapendo che, tutto sommato, ha l’intero governo ai suoi piedi. Non dobbiamo credere di realizzare un progetto di società, dai ragazzi è facile…

    Quindi, per stare al ragionamento su esposto, al massimo, SE HA LE PALLE, potrebbe fare come si usa in Inghilterra, faccio cadere il governo, rivinco con l’onda lunga della lega (che tanto mi passa tutto, basta dargli il federalismo) mi tolgo di mezzo Fini, e per altri 5 anni (con i due trascorsi saranno 7) mi tengo lontano dai processi e dalla bocciatura della corte costituzionale (ammesso che ancora ci sarà una corte costituzionale).
    Si usa fare anche così che volete? o come direbbe Verdone, “lo fanno, lo fanno”.

    Così sarebbe proprio un Berlusconi senza “fini”…ahahahhaha

    Scusate ma sono un dietrologo per formazione…

  4. 4 Mah 16 aprile 2010 alle 11:25 pm

    Quello che ve pare, ma questi che se scannano fra di loro nei programmi de Paragone, nella tristezza italiana, sono esilaranti


  1. 1 Senza senso | Trentinoweb Trackback su 16 aprile 2010 alle 12:54 am
  2. 2 I link della settimana | Montaigne Trackback su 18 aprile 2010 alle 10:01 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

aprile: 2010
L M M G V S D
« mar   mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: