Ti piace perdere tutto?

Il centrodestra laziale ha rotto gli indugi, annunciando che Renata Polverini correrà per la Regione nel 2010.
Si tratta, come avevamo già sottolineato, di una candidatura forte e autorevole, dunque pericolosa per il centrosinistra.

Renata Polverini non è direttamente identificabile con “la destra”, almeno non in modo automatico; è donna e sindacalista, si è fatta apprezzare e conoscere nelle sue frequenti ospitate a Ballarò – ma è solo un esempio, e in breve, è un avversario che si annuncia ostico, capace di attirare consensi anche al di la del tradizionale centrodestra, drenando voti dalla sinistra (e non per forza solo dalla sinistra moderata). Renata Polverini può piacere, e forse già piace.

Il quadro non è rassicurante, soprattutto tenendo presente la linea piatta nell’elettroencefalogramma della sinistra laziale. Voci insistenti raccontano di un pressing indefesso sul presidente della provincia di Roma, Nicola Zingaretti, combattuto fra il mandare al diavolo tutti coloro che bussano alla sua porta, chiedendogli di mollare quel che ha conquistato, e la tentazione di rimettersi in gioco.

Resta da capire se, anche accettando la sfida, Zingaretti abbia possibilità di vincerla. La risposta, per parte mia, è: non per forza, e non sicuramente. La Polverini è un buon candidato e ha qualche valore aggiunto spendibile, che Zingaretti non ha. Ma più di tutto, chi potrebbe rimproverare alla destra una campagna elettorale che sottolineasse a tamburo battente come il centrosinistra viva le istituzioni a mo’ di asilo privato, un parco giochi in cui si inseriscono caselle che, al momento del bisogno, possono venir spostate ad altra destinazione?

Zingaretti ha i voti sul suo nome e sulla sua persona per governare la Provincia di Roma, con una maggioranza che lo sostiene personalmente. Con quale scusa mollare tutto e ripartire da zero?

Io ricordo bene la campagna elettorale per Zingaretti Presidente. Ricordo che era Europarlamentare, e disse una cosa tipo “mi trovavo bene, ma quando la squadra chiama, io rispondo”: neanche un anno dopo, risiamo da capo. Evidentemente nel Lazio non c’è una classe dirigente politica in grado di raccogliere questa sfida con un nome nuovo. Evidentemente si ritiene corretta, e vendibile con successo agli occhi dell’elettorato – magari giustificandosi con un “e che altro dovevamo fare?” – la riproposizione a brevissimo intervallo dello stesso candidato per un altro incarico.

Con il rischio, peraltro (dopo la vicenda Marrazzo), che vada a perdere. E sai che risate. Anche perchè per vincere probabilmente servirà l’UDC: la quale, davanti all’alternativa fra un centrosinistra che schiera un candidato riciclato, e un centrodestra che presenta un nome credibile e con buone possibilità di vincere, non avrà difficoltà a fare la sua scelta.

E con il rischio, aggiunto, conseguente alla liberazione della casella della Provincia: e chi ha intenzione di candidare il Centrosinistra alla Provincia? A questo si è pensato, si sta pensando? Come si spera di convincere l’elettorato a votare un secondo presidente di Provincia di centrosinistra, quando il precedente si è appena dimesso per ambire ad altro incarico? Che figura ci fa, la sinistra romana, in tutto questo? Con quale faccia va in giro a chiedere i voti?

Tralasciando l’argomento, forse demodè, che Zingaretti stava facendo molto bene alla Provincia, e chissà, magari a qualcuno avrebbe fatto piacere che continuasse così. A me, per dirne uno.

5 Responses to “Ti piace perdere tutto?”


  1. 1 Pernacchia 18 dicembre 2009 alle 5:15 pm

    La stessa Renata Polverini che pur di vincere si sta alleando con Storace e la Santanchè. Anzi no la stessa Polverini che come tutto il mondo di destra si è messo in cattedra per dirci che il sindacato è un braccio politico dei partiti e che loro sono invece indipendenti dai aprtiti (non ho detto dalla politica, non confondiamo le due cose se no facciamo il gioco della Polverini)…già già.
    La stessa renata polverini favorevole al protocollo anti-manifestazioni, bene appena passi dall’altra barricata non tene frega una minchia del diritto di manifestare. Non sto dicendo che voterai o sei politicamente affini alla Polverini (almeno mi auguro) è che mi vengono i brividi al pensiero che si possa parlare della polverini come un fenomeno nuovo nella destra. Se chiamo la merda cioccolata cambia qualcosa? Poi certo è sempre meglio lei che un cucchiaio arroventato inserito orizzontalmente nel….no anzi è meglio il cucchiaio.

  2. 2 Tc 18 dicembre 2009 alle 5:53 pm

    ovviamente non voterò la polverini. potrebbero farlo invece altri, e sai perchè? perchè ciò che dici tu non da tutti è conosciuto. per ora, la polverini è percepita come votabile. ho riscontri in proposito.

  3. 3 Mah 18 dicembre 2009 alle 7:18 pm

    Aò, candidate

  4. 4 francesco 20 dicembre 2009 alle 5:43 pm

    Bella analisi.
    Mi viene in mente quello che è successo con Veltroni, circostanze diverse ovviamente, ma alla fine della fiera una sconfitta su tutta la linea per il centrosinistra. Ora potrebbe succedere la stessa cosa con Zingaretti: sconfitta alle regionali, al centrodestra anche la provincia. Nel giro di due anni , 2008-2010, tutte le principali poltrone del Lazio passerebbero al Pdl. Mah..

  5. 5 anellidifum0 20 dicembre 2009 alle 6:34 pm

    La candidatura di Nicola è l’ennesima zappa sui piedi. Nicola deve restare in Provincia, alla Regione mandateci chiunque altro/a.

    La Polverini è un’ottima candidata. La migliore, per la Destra. Non è che le cose elencate dal primo commentatore siano viste da tutti come negative, per altro. A questo aggiungo la sua grande capacità comunicativa e il suo essere una donna politica a tutto tondo, altro che Carfagna, Binetti, Gelmini eccetera.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

dicembre: 2009
L M M G V S D
« nov   gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: