Peggio

Il punto intorno a cui sto mentalmente girando da tre o quattro giorni, ora ve lo voglio raccontare per bene.

Qua il discorso a me pare che un uomo, da solo, ha sconfitto lo Stato. Si, perchè siamo al momento in cui un singolo è in grado di:

  • condizionare il Parlamento, che è stato chiuso – chiuso! il Parlamento chiuso! Nessuno ne ha parlato! Il Parlamento chiuso! –  per due settimane in attesa che ci fosse l’esigenza di discutere qualcosa che, a giudizio del suo governo, valesse la pena discutere. Adesso hanno la Finanziaria, che devono discutere, e il Processo breve, che vogliono discutere: sennò, chiuso. Il Parlamento chiuso! Manco Luigi Quattordici!
  • imporre al Paese la discussione di una norma che, per risolvere un problema suo – oramai lo afferma esplicitamente, senza paura di moderarsi o di essere ipocrita quel tanto che decenza richiede – manda all’aria l’intero sistema giudiziario, patrimonio comune di tutti noi. Perchè stiamo parlando, qui, di una contingentazione obbligatoria dei tempi processuali, ma senza nessun aumento di fondi per riuscire ad ottenerla. Mondo giuda, è come rimproverare la macchina perchè sta ferma se è senza benzina.

E sotto questo individuo, lo ha scritto ieri la direttrice de Gregorio, c’è un intero paese che si divide: alcuni fanno il tifo, altri fischiano per i suoi problemi, solo suoi, di uno solo. Io non so, la domanda è certamente banale: ma perchè nessuno si incazza?

Io probabilmente vivo nel paese delle favole, ma non puà essere che la discussione pubblica di un paese civile arrivi ad occuparsi di se (e se si, in che modo) sia più opportuno risolvere i problemi privati di un soggetto singolo; neanche se reggesse – e non regge, infatti manco più la usano – la scusa del “sono problemi che hanno molti”.

Anche perchè il messaggio, e qui è il vero tema, credo, il messaggio che si passa in questo modo è devastante al superlativo assoluto (che è devastantissimo, direi, ma è bruttino); il messaggio è che se assurgi, se ascendi, ad un posto di potere politico diventi intoccabile. Ti puoi occupare dei tuoi problemi quanto ti pare, con a tua totale disposizione la macchina dello Stato, e nessuno ti dirà niente – le rinnovate attenzioni sull’autorizzazione a procedere e sull’immunità parlamentare non è che capitano ora, per caso. Rimetteranno tutto, così il risultato sarà che se riesci ad entrare nella casta, termine abusato ma più che mai ora necessario, politica, sarai blindato. Farai il comodo tuo. E se qualcuno alzerà la cresta, tu sarai nelle condizioni di alzare un putiferio.

Ora, davanti a queste direzioni esplicitamente oligarchiche (più potere per chi già ne ha, meno occasioni per chi ne ha poche)… non so, razionalità, buon senso, istinto di autoconservazione persino, vogliono che le persone normali, in generale, non accettino senza difendersi di essere prese a bastonate. Intendo: se tu vieni per picchiarmi, io la porta non te la apro.

Invece qui si dibatte allegramente, siamo agli a questo punto” di Sansonetti, ai commenti ultras su Spazio Azzurro ( “La sinistra accusa il governo e Berlusconi di voler instaurare una dittatura. Invece ,complici magistratura giornali banche industrie prepara un colpo di stato.” ), alle “riforme necessarie”.

Mi sento di dire che quando un politico, rappresentante del popolo, è in grado di andare in televisione a presentare lo spappolamento di tutti i processi in corso – per qualsiasi motivo lo dica – come una “riforma necessaria”, beh, noi abbiamo una serie rilevante di problemi davanti, anche se nessuno pare vederli. Lo Stato esiste per aiutare e proteggere il singolo, quando funziona bene – certo, a volte ha funzionato male e lo ha oppresso e violato: in ogni caso, il protetto, il singolo cioè, oggi sta assassinando il protettore per garantirsi la sopravvivenza, mentre tutti gli altri applaudono. Sembra il Vangelo.

Qualcuno dice che è come il fascismo: uh, no, no di certo. Per alcuni aspetti è un po’ peggio: almeno il fascismo era politica. Qua c’è solo un uomo perseguitato dal suo passato che scappa di corsa tra i palazzi del potere, inseguito dalla polizia, mentre mezzo paese gli urla dalle tribune “non di la! vai di la! forza! occhio dietro! spara al lampadario! butta giù la colonna! sei tutti noi!”. Ogni tanto qualcuno fa la ola.

7 Responses to “Peggio”


  1. 1 isaroseisarose 13 novembre 2009 alle 6:29 am

    Vero. Se a questo punto perfino Baldassarre e la Bongiorno sono un po’ imbarazzati buona camicia a tutti.

  2. 2 juhan 13 novembre 2009 alle 7:41 am

    Un aneddoto personale, credo significativo. Mercoledì ero in treno con una mia nipote di 19 anni e due sue amiche. A un certo punto ho nominato Berlusconi e è risultato che:
    1) i politici sono tutti uguali;
    2) la crisi è colpa di Prodi che non ha fatto niente;
    3) internet non viene usato per leggere le news, della stampa estera (da studentesse liceali);
    4) una delle tre guarda tutte le sere Porta a Porta, le altre due solo Italia 1.
    Se sono rappresentative della loro generazione Silvio ha vinto e durerà millenni.

  3. 3 Gianluca Aiello 13 novembre 2009 alle 11:27 am

    Inutile confermare che il potere sull’informazione di massa e una buona capacità commerciale hanno creato questo stato di fatto.

  4. 4 mario 13 novembre 2009 alle 4:18 pm

    ma sansonetti è definitivamente impazzito o ha cambiato spacciatore?

  5. 5 isaroseisarose 13 novembre 2009 alle 5:01 pm

    @juhan
    mi hai fatto venire i brividi
    @mario
    che tu sappia sansonetti è sempre stato così o una volta era meno peggio?

  6. 6 mario 13 novembre 2009 alle 8:32 pm

    giusto, mi arrendo.

  7. 7 Edo 13 novembre 2009 alle 11:10 pm

    Il fondo è ancora lontano purtroppo!
    Sono curioso di vedere cosa escogiteranno i pompieri (come li chiama Travaglio) PD e Napolitano…

    Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

novembre: 2009
L M M G V S D
« ott   dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: