Archivio per novembre 2008

her royal highness

La Regina d’Inghilterra ( LA-REGINA-D’INGHILTERRA ) aspetta il treno alla fermata perchè il suo popolo si merita un re che gli sia vicino mentre attraversa un periodo di congiuntura economica.

Senza Parole.

positivi effetti del fanatismo religioso

Strano affare la religione.

Continua a leggere ‘positivi effetti del fanatismo religioso’

d’avanzo, imille e il collocamento

PKNA #41, Agdy Days. 
Un giovane broker va a fare uno stage nella borsa di Paperopoli. Il suo capo, ben piu anziano ed esperto, è tipo il Dottor Cox. Guarda e impara, ragazzo.
Un titolo sul listino sale all’impazzata, il ragazzo, fomentato, vuole comprare. Dopo qualche esitazione, visto il rialzo davvero non fisiologico del titolo, il capo esclama : ” va bene, accodiamoci, fra poco non ci sarà piu tempo “. E compra 10000X .

Questo è un blog(ger) ansioso, come il ragazzetto. Appena c’è qualcosa di cui si deve scrivere, lui piglia e scrive da solo.
E’ successo cosi anche per il post di unanime polemica contro l’articolo di D’Avanzo.
Come testimoniava l’immagine, era piu un’alzata di scudi a priori – certo, cercando sempre  delle argomentazioni solide, razionali, inattaccabili – eppure la critica mi è rimasta in testa. Ero anche promotore di una risposta ufficiale che salvasse il salvabile dell’articolo. Ora che ci penso, magari il titolo ” salvare il salvabile ” valeva pure per D’Avanzo, era a doppio senso. Vabbè.

Oggi ho letto Ivan che, invece di parlare subito, ha aspettato; e mi sa che sono d’accordo, principalmente perchè anche io non credevo possibile che D’Avanzo fosse impazzito tutto d’un botto e dicesse cose senza senso – conservatore come sono, conservo l’idea del giornalista-analista sociale, quello che capisce prima degli altri perchè sa capire meglio degli altri, e poi dice quel che deve ( altrimenti starei lavorando per diventare qualcosa d’altro ).

Uccidere il padre secondo lui non è abbastanza conflittuale come piattaforma politica.
In effetti penso che il punto sia un’altro.  

Continua a leggere ‘d’avanzo, imille e il collocamento’

non mi vengono neanche battute

“Dove gli amplessi fossero soltanto abilmente recitati, par di capire, l’opera sarebbe esentasse, ma non è chiaro. Un decreto del presidente del Consiglio, entro 60 giorni, illustrerà i dettagli. Spetterà al ministro per la Cultura Sandro Bondi individuare cosa è porno e cosa è soft”

Corriere della Sera – Oggi

Ma chi, quello che scrive poesie tipo :

Nero sublime
Lento abbandono
Violento rosso
Fugace ironia
Bianco madreperla
Intrepido mistero

tutti assolti /2

Quanto al secondo corno del problema, premesso che la mancanza, nel nostro sistema penale, di uno specifico reato di “tortura” ha costretto l’ufficio del PM a circoscrivere le condotte inumane e degradanti ( che avrebbero potuto senza dubbio ricomprendersi nella nozione di “tortura” adottata nelle convenzioni internazionali ) compiute in danno delle parti offese transitate nella caserma della P.S. di Ge-Bolzaneto durante i giorni del G8, condotte che questo Collegio ritiene pienamente provate, [...] alla fattispecie dell’abuso di ufficio.

E questo è quanto.

A Genova Bolzaneto c’è stata tortura. Solo che non può essere punita perchè nelle nostre leggi non esiste il reato di tortura ( sono tipo vent’anni che Amnesty chiede se per favore potremmo metterla ).
Non potendo i giudici decidere ricorrendo a leggi simili ( nelle leggi penali è vietatissimo ), il procedimento è stato derubricato ad abuso d’ufficio.
Minchia che abuso d’ufficio.

Di più: sono stati condannati quelli che le hanno fatte materialmente, le torture. Per chi ha assistito, ma è stato zitto, niente. E niente anche per i mandanti, chi ha dato gli ordini, perchè il dolo, l’intenzionalità di fare male, “non può coincidere con la mera consapevolezza della illiceità della condotta” .Giustissimo, ma qui siamo a questo: se partecipi a qualunque titolo ad una manifestazione violenta sei “complice ” di quelle violenze. Se sei un poliziotto e non fai un fiato mentre un tuo collega tortura un arrestato non sei responsabile  (prendo da qui, non so chi tu sia ma hai ragione). Ora, è ovvio che se ho visto torturare un ragazzo non sono responsabile io; ma ci sono due gradi di responsabilità. Non devo certo andare in galera, ma forse se non confesso quello che ho visto per “spirito di corpo” come sempre la sentenza dice – a proposito, pagine di un Italiano bellissimo – magari è il caso che qualcuno mi sbatta a dirigere il traffico a piazza Venezia.

Leggendo la sentenza anche a pezzetti ti ritrovi catapultato a Bolzaneto quella sera. Insulti, saluti nazisti da parte dei poliziotti . Frocio, Finocchio, Comunista, Zecca, Un Due Tre – Viva Viva Pinochet!
Ma di cosa ci preoccupiamo? Per l’attuale governo, e anche per quello di allora ( breaking news, è lo stesso governo ), il comportamento della polizia è encomiabile. Pure se sulle sentenze – In Nome del Popolo Italiano – è scritto il contrario.

mica pe’ niente

“Gli attacchi a Mumbai non hanno nulla delle tipiche azioni del Lashkar-e-Toiba o di Al Qaeda, basate sugli attacchi suicidi, non sulla presa di ostaggi e su attacchi con fucili e bombe a mano”

Giuro che non sono un jihadista, ma Peacereporter, che se ne intende un attimo piu di tutti gli altri in fatto di bruttecosechesuccedononelmondo, solleva molti dubbi sul fatto che l’attentato a Mumbai sia opera degli uomini di Osama.

Intanto qui in Italia si scatena il carosello delle boiate. Prima di leggere consiglio di appicciare questa.
Mantovano : “Sistema sicurezza elevato ma la situazione non è peggiore del passato”.
Oltre alla rima, questa frase non vuol dire assolutamente niente.

La preoccupazione non pare neanche bipartisan.
Rutelli: “Segnali possono indurre preoccupazioni per la Europa e Usa”
La Russa: “Non ci sono segnali di rischi ulteriori rispetto al solito in Italia e all’estero”

Gianni de Gennaro, quello di “ non è mica un’ambasciata “, conclude con :
per l’Italia non ci sono minacce specifiche ma la guardia va tenuta alta. Dietro gli attentati c’è Al Qaeda.

per tutto il resto c’è socialcard

Iscrivetevi alla lista dei nullatenenti ed avrete sei monetine al giorno.
Concita, oggi.

Qua il rischio, secondo me, è che la gente si accontenti. ” Con un euro e trenta al giorno si compra mezzo litro di latte al giorno, buttalo via, due rosette con la social card me le magno volentieri alla salute di Tremonti “.
Essendo che comunque si arriva, coi soldi che si hanno, alla fine della seconda settimana del mese, e il resto vivacchi qua e la di espedienti, la social card è un espediente in piu. Fa mucchio diciamo, butta dentro, tutto buono.

Questo è lo stato che alza le spalle e che dice ” ecchettiposso fare bello mio, tiè, vediamo quello che c’ho in tasca… so’ tre euro, piglia, però vai a scuola bello che è importante “.
L’idea che si possa volere di più non è contemplata – che si possa volere una vita degna secondo Costituzione. Non uno stato amico, ne sociale, neppure semmai lo stato minimo liberale – solo un protostato da pacca sulla spalla. L’ideale per far aumentare la fiducia nelle istituzioni e sviluppare una coscienza civile.
La serenità non la puoi comprare, se ti accontenti per il resto c’è socialcard.


D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

novembre: 2008
L M M G V S D
« ott   dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower