questa legge passerà

C’è una scala di difficoltà nello scrivere un pezzo sul blog. La graduatoria è quella che leggete quando aprite il blog : la cosa più difficile è il titolo, poi viene trovare la foto, poi scrivere, quella è la minore delle cose difficili, visto che se hai aperto per scrivere qualcosa ce l’hai in mente.

Questa foto ( rubata da Flickr, come tutte ) si chiama Indifference.

La verità è che questa protesta, una delle piu grandi a cui abbia partecipato, ben lontano dagli anni in cui si protestava anche solo per contrinformare, e ci si contrinformava per poi, eventualmente, protestare, questa protesta è sostanzialmente inutile.

Questo ovviamente non toglie che continueremo tutti ad urlare con tutto il fiato che abbiamo in gola. Inutile non vuol dire – quasi mai – non Giusto. ;)

E’ surreale l’ambiente che ci circonda. Roma è letteralmente invasa ogni giorno da cortei di studenti ( oggi risultavano sette cortei in sette parti diverse della città ), trilioni di persone si sono riversate in piazza in questi giorni, c’è gente che era disposta a dormire sotto il senato ( e il buon Gesù gli ha mandato una pioggia che mai se n’erano viste, forse per concedere a tutti un letto caldo stanotte – parla papà Tommaso ) ; e la città li ignora, gli scivolano addosso.
Oggi tornando dal sit-in mi sono fermato in piazza Montecitorio e seduto su una delle pianticelle, mentre iniziava la pioggia. Da lontano mi è arrivata un eco di un corteo che attraversava via del Corso, diretto chissà dove. Ma era un eco lontana e indistinta, ed è durata poco ; la città ha continuato il suo vivere placido.

Cosa è, cosa è che causa questa sostanziale indifferenza nei riguardi di un tema, di una lotta, che poniamo, in Francia, avrebbe portato alla richiesta di fucilazione immediata della classe governante?
In altre parole, se la signora sulla Smart era l’effetto, il risultato, perchè mancano i presupposti per un risultato diverso?

Forse questo è un paese stremato.
Forse le persone pregano per arrivare a sera, sdraiarsi e pensare che è finita un’altra giornata.
” Certo che sono d’accordo con voi, ragazzi, vi auguro ogni bene, ma che posso fare io? Buona Fortuna ” _ questo nel migliore dei casi, quando non è fastidio, percezione di un ennesimo tentativo di far tremare un ordine precario, paura che l’equilibrista cada dal filo. Senza rete.

E quindi : delega in bianco al momento del voto. Per favore, fate quello che volete, quello che potete, non mi interessa, voglio solo vivere meglio.
Come chi non vuole sentire per paura di ascoltare – babababababababa non ti sentooo. Ed è questo che rende la lotta inutile : l’opposizione parlamentare sta dicendo bene, ma non può fare niente. Sta al governo rendersi conto dei movimenti sociali che gli si oppongono; se non vuole farlo, e votare a maggioranza, può farlo. Il resto, in democrazia, conta poco : se ne riparla fra 3 anni, alle elezioni, per i premi e i rimproveri. 

Questa riforma domani sarà votata. I soldi saranno tagliati, e non c’era nulla da fare fin dall’inizio – è una scelta politica. La cultura non serve, punto e basta. 
D’altronde, oggi apro la Stampa e leggo un’intervista al Direttore di Italia1.
Voi siete una televisione guardata soprattutto da Giovani. C’è una selezione culturale, o quantomeno un problema culturale per i vostri programmi?
” No.Noi vendiamo pubblicità. Noi forniamo agli investitori una platea di tre milioni di persone potenzialmente giovani, il resto non ci interessa “.
Testuale, virgolettato. 

Probabilmente la cultura potrà avere attenzione quando sarà un bene commerciabile, quando avrà un valore di scambio oltre che d’uso – per ora, no. 

Eppure.

Eppure sull’autobus oggi origliavo. Origliavo due ragazze, saranno state quindicenni, che tornavano dal senato anche loro.
” E’ stato troppo fico, ti ricordi ieri? Noi-la-cri-si-non-la-paghia-mo!! E poi a ballare , Ma il cielo è sempre piu bluuuuu. “
” E tu? Quante firme hai raccolto l’altra volta? Siamo entrate in quel negozio, e il proprietario ci ha detto No amme n’me nteressa niente, uscite uscite, e allora io volevo fermarmi e dirgli perchè non le interessa insomma qua si tratta del nostro futuro – com’era quel cartellone pure quello era bello, vendete il nostro futuro per comprare il nostro presente, ammazza bello – il problema è che la gente non è informata, se sapessero cosa stanno facendo sarebbero d’accordo con noi. “

Uno : passione, divertimento. Un corteo può essere una cosa noiosa come poche. Se non ti diverti mentre lo fai, bè non verrai a quello dopo.
Questi ragazzi si stanno divertendo.

Due :  Se le persone fossero bene informate, starebbero con noi.
Questi ragazzi hanno capito il trucco. 

E forse tutto il sudore non sarà stato inutile. 
 

add to del.icio.us :: Add to OKNOtizie :: add to diggita :: Digg it :: add to ma.gnolia :: Stumble It! :: add to simpy :: seed the vine :: :: :: TailRank :: post to facebook

1 Response to “questa legge passerà”


  1. 1 Francesco 28 ottobre 2008 alle 10:41 pm

    Bell’intervento.
    Speriamo di vederti smentito, speriamo non passi (ma non ci credo molto).
    In ogni caso bello.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

ottobre: 2008
L M M G V S D
« set   nov »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: