i tempi della barbarie


“Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui contento perchè mi risultavano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.

Un giorno vennero a prendermi e non c’era rimasto nessuno a protestare”
Bertolt Brecht

Mio padre torna a casa portandomi un manifesto incartato, nuovo di pacca dell’Arci e molto bello, con queste parole. E devo trovare un posto in camera dove attaccarlo.
Sono tre volte che decido che devo mettermi a scrivere. Poi lascio perdere, e poi mi rimetto a scrivere.

I fatti. In pieno giorno, ore 13 30, via de Lollis, davanti alla Mensa, con tutta l’Università che sta mangiando a 50 metri, 3 macchine si materializzano dal nulla, escono fuori un bel gruppo di attivisti di Forza Nuova che con spranghe e catene caricano 4 ragazzi dei centri sociali.
Che stavano coprendo con dei contro-striscioni dei manifesti di Forza Nuova.
Manifesti che sono stati affissi nottetempo dagli attivisti di Forza Nuova, e che pubblicizzano un’iniziativa culturale che si sarebbe dovuta tenere giovedi a Lettere.
Iniziativa culturale sulle Foibe.
Si sarebbe dovuta tenere perchè gli studenti hanno occupato la presidenza di lettere e hanno ottenuto l’annullamento della manifestazione.

Io ero in istituto di Diritto Privato a far finta di studiare e a godermi l’aria condizionata, quando di corsa il mio compagno di studi mi avvisa che è ora di andare, che è successo un casino, se ho la kefia.
Si improvvisa un corteo.

[...]

Il corteo esce fuori dalla città universitaria mentre io vado a recuperare i miei libri per tornare a casa.

Duplice la dimensione dell’analisi.

Qualcuno diceva che erano usciti dalle fogne. E più di tanto non ci feci caso.
Poi spaccarono tutto al Pigneto.

E poi si presentano in pienissimo giorno all’università,ed escono le spranghe, e organizzano un iniziativa sulle foibe a Lettere. A Lettere, capito?

Il vento soffia mentre passo vicino alla Minerva. Vento caldo, che viene da Destra. La brutta aria che tira.

Mentre alcuni studenti sostengono che si, per carità, siamo tutti distantissimi da Forza Nuova, però non ha senso imporre l’annullamento di una loro manifestazione culturale, sebbene provocatoria e tutto.

So che la mia è un’impostazione rinunciataria. Ma qualcuno mi spiega perchè nessun giudice abbia ritenuto opportuno disporre lo scioglimento di organizzazioni politiche del genere, che sono neofascisti dichiarati e quindi non coperti dalla garanzia della nostra Costituzione? O vogliamo veramente iniziare a pulirci il sedere con la Carta e non più con la carta?
Il regista di Nazirock sostiene che il leader dei Neonazisti Tedeschi si è premurato di non farsi riprendere col braccio teso, perchè se lo beccava la polizia Tedesca lo chiudeva in galera appena tornato in Germania. E buttava la chiave.

Sconforto unanime da tutte le parti politiche. Bene, speriamo serva a qualcosa.
Intanto, giovedi, presidio davanti a Lettere,e aria di guerra civile.

add to del.icio.us :: Add to Blinkslist :: add to furl :: Digg it :: add to ma.gnolia :: Stumble It! :: add to simpy :: seed the vine :: :: :: TailRank :: post to facebook

3 Responses to “i tempi della barbarie”


  1. 1 Anonimo 28 maggio 2008 alle 2:18 pm

    Semplicemente perchè le disposizioni costituzionali vietano la “riorganizzazione del disciolto Partito Fascista”, e non la costituzioni di partiti di estrema destra. L’unico vincolo esistente è il metodo democratico.

  2. 2 Tc 28 maggio 2008 alle 6:37 pm

    vogliamo chiedere a Forza Nuova se si sentono democratici?

  3. 3 giulietta 29 maggio 2008 alle 7:34 pm

    Temo farebbero scena muta.
    Quel Brecht, comunque, sta sulla mia bacheca in camera da un bel po’ di tempo, a dirmi in faccia quanto è attuale, e vero, pur essendo tipo del 1932. Bello vedere come la società impara dagli errori…(ed è vero, anche se può suonare demagogico).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




D-Avanti è il Blog di Tc.
Tc sta per Tommaso Caldarelli.
Tommaso Caldarelli sarei io.
E l'immagine di testata è quella storica del blog

Aggeggi

a

Flickr Photos

Ambra

St Paul from Millennium bridge

Tate modern

Valerio is in da Tube

QD0051003

Imperial War Museum, outside

QD0051006

J&F

London

Imperial war museum

Altre foto

maggio: 2008
L M M G V S D
« apr   giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.911 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: